Felicia Impastato non ha mai smesso di chiedere giustizia per il figlio e verità sulla sua morte e sui vergognosi tentativi di insabbiamento delle responsabilità politiche dietro l’uccisione di Peppino. Anzi, Felicia fece della sua battaglia personale una battaglia di civiltà per la comunità, simboleggiata da quella casa divenuta luogo di incontro, di dialogo e di promozione della memoria”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, per ricordare, a undici anni dalla sua scomparsa, Felicia Bartolotta Impastato, madre coraggio di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia il 9 maggio 1978.

Una donna di grande coraggio e integrità morale, – ha concluso Orlando – che è divenuta figura di riferimento per le nuove generazioni e per tutti coloro che lottano con fermezza contro la mafia e il malaffare, in nome della verità e della speranza di riscatto per la Sicilia e l’Italia”.