Quasi 130 milioni di euro per interventi di sistemazione degli edifici che ospitano 126 scuole siciliane. e’ quanto annuncia l’assessore regionale all’istruzione e Formazione Bruno Marziano.

“Un intervento che migliorerà la qualità dell’offerta formativa attraverso l’edilizia scolastica e consentirà l’immissione di risorse fresche nel settore edilizio”.

La Giunta regionale ha approvato lo schema di contratto che le 126 scuole siciliane beneficiarie dei finanziamenti dovranno stipulare con la cassa depositi e prestiti. “Il Governo nazionale – dice Marziano – ha messo a disposizione 129 milioni di euro, di cui 82 milioni per il capitale e gli altri in quota interessi, per fare in modo che 126 scuole siciliane, di tutte le province e di ogni ordine e grado, possano stipulare un mutuo a totale carico dello Stato con la cassa depositi e prestiti”.

“I finanziamenti sono destinati ad interventi di edilizia scolastica finalizzati alla lotta alla dispersione, attraverso la costruzione di palestre, aula magne e laboratori: tutto ciò che migliora la qualità della scuola. L’assessorato regionale nei prossimi giorni, appena ci sarà la firma del presidente Crocetta, invierà tutto al Ministero Istruzione, Università e Ricerca, per autorizzare i decreti di finanziamento”.

“Si conclude un iter che è stato seguito passo passo dagli uffici dell’assessorato – dice Marziano – e che consentirà l’immissione di risorse fresche nel settore edilizio, migliorando la qualità dell’offerta formativa attraverso l’edilizia scolastica. È il primo di una serie di bandi che arrivano a conclusione e rappresenta, assieme ad altri, uno dei più grandi interventi di edilizia scolastica degli ultimi anni”.