È davvero incredibile che il centro storico, che ogni giorno crolla da tutte le parti e che potrebbe spendere, immediatamente, venti milioni di euro per effettuare gli indispensabili interventi di restauro, rimanga ostaggio delle diatribe del Consiglio comunale”. Ad affermarlo è il presidente di Ance Palermo Fabio Sanfratello che interviene sul blocco del settimo bando per i contributi ai privati.

“In un momento di grande difficoltà economica per famiglie e imprese – continua Sanfratello – è inaccettabile che si debbano bloccare dei fondi da tempo disponibili. I consiglieri non ritengono adeguato il bando? Lo modifichino. Ci sono contrapposizioni insanabili tra i gruppi consiliari? Se li risolvano in un’altra occasione. Ora – aggiunge – si sbrighino perché la città ha bisogno di essere più sicura e le nostre imprese hanno bisogno di lavorare”.