Rimane ancora controversa la vicenda dell’asilo di Vittoria gestito dalle Suore degli Angeli. La procura della Repubblica di Ragusa ha infatti aperto un’indagine su presunti abusi ai danni di alcuni bambini che frequentano l’istituto.

La notizia risale a qualche giorno fa, quando alcuni genitori avrebbero riscontrato delle “anomalie” nei propri figli. Nulla di certo al momento, nessuna dichiarazione da parte delle mamme dei bambini che non vogliono esprimersi fino a quando la procura non farà piena luce sul reale accaduto.

Ci sono indagini in corso – ha affermato il procuratore, Carmelo Petralia – dopo che un buon numero di genitori ha presentato un esposto. Sono stati già fatti alcuni accertamenti ed altri sono in corso. I genitori non mandano più i figli a scuola, ma il procuratore sostiene che questo fatto può considerarsi fisiologico, visto che siamo a fine giugno“.

Nel fascicolo, aperto in seguito alla denuncia di qualche genitore, non risulta comunque nessun indagato ma per le suore che gestiscono l’istituto scolastico è soltanto “calunnia e un macchinoso progetto perverso e denigratorio“.

Nella scuola di Vittoria, gestita da una suora di origini campane, era stata indetta per domani una conferenza stampa, che risulta però annullata per motivi ancora sconosciuti.

Il sostituto responsabile delle indagini Monica Monego e la Squadra mobile di Ragusa stanno procedendo con le indagini, al fine di chiarire questa triste vicenda che ha destato stupore in tutto il ragusano.