Sono stati in tutto 206 i contrattisti del Comune che stamattina hanno firmato il contratto di stabilizzazione e che hanno preso subito servizio a tempo indeterminato.

La firma è avvenuta nel salone “Paolo Borsellino” di palazzo Vermexio, alla presenza del sindaco, Roberto Visentin, dell’assessore al Personale, Pippo Gianni, e al dirigente delle Risorse umane, Vincenzo Migliore.

Nonostante la bocciatura, da parte del commissario dello Stato, della recente normativa regionale sulla stabilizzazione, il comune di Siracusa ha potuto portare a conclusione la procedura di assunzione, nel rispetto della legge Brunetta, attingendo ai finanziamenti gia’ concessi della Regione e sfruttando le risorse interne liberate con la messa a riposo dei dipendenti che hanno maturato il diritto alla pensione.

“In una fase di crisi in cui – ha commentato il sindaco Visentin – si parla ogni giorno di licenziamenti nel settore privato e di lavoratori che protestano per difendere il posto è il salario, è per noi motivo di grande soddisfazione avere assicurato un futuro a 206 lavoratori, alcuni dei quali precari da oltre 20 anni. La recente bocciatura della legge regionale dà un valore in più alla giornata di oggi perché premia la scelta compiuta dall’amministrazione”.

Il sindaco Visentin ha anche ringraziato i sindacati che hanno condiviso le scelte e il percorso di stabilizzazione. Per l’assessore Gianni, “la firma dei contratti è la dimostrazione che il sindaco, la Giunta e l’Amministrazione hanno lavorato bene. Avevamo acquisito le risorse per raggiungere questo risultato. “