Si è chiusa oggi con oltre 45 mila studenti provenienti da tutte le scuole siciliane l’XI Edizione di Orienta Sicilia, la Fiera dell’Università e dei mestieri, la manifestazione sull’Orientamento scolastico universitario e professionale organizzata dall’associazione Aster. La prima manifestazione del sud Italia sull’orientamento scolastico, universitario e professionale grazie alla presenza delle più importanti Università, accademie italiane ed estere e di numerose altre realtà attive nel campo della formazione professionale.

GUARDA LE IMMAGINI DELLA MANIFESTAZIONE 1  e 2.

“Sono molto soddisfatta dei numeri di quest’anno – dice il presidente dell’associazione Aster e coordinatore di Orienta Sicilia, Anna Brighina – i ragazzi sono sempre più interessati a conoscere le offerte degli atenei per una scelta consapevole del loro futuro. Quest’anno a supporto di questa scelta importante nella vita di ogni ragazzo anche i genitori hanno voluto esser presenti affollando i numerosi stand allestiti a Villa Lampedusa per conoscere le offerte formative proposte ai loro figli”.

Tra gli stand più visitati (GUARDA IL VIDEO) il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con gli addetti ai lavori che hanno fornito supporto alla decisione da prendere circa il futuro formativo di ciascuno, sia che si indirizzi verso l’università, sia verso la formazione post-secondaria non accademica; l’Agenzia Nazionale per i Giovani con il nuovo programma Erasmus Plus; l’Agenzia delle Entrate con il progetto “Fisco e Scuola” per diffondere la cultura contributiva all’interno delle scuole; i Carabinieri, l’Esercito Italiano, la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza che hanno presentato, ai ragazzi siciliani, tutte le possibilità di carriera al loro interno. Affollate da studenti di tutta l’Isola anche le Università Straniere: la IE University Madrid – Spain, la SEG Swiss Education Group – Management Alberghiero, la Sustainability Management School, EUSES – Fisioterapia senza test di ammissione e l’Università della Svizzera Italiana. Anche l’edizione del 2013 si è pregiata dell’Adesione del Presidente della Repubblica.

“La costante attenzione del presidente della Repubblica alla nostra manifestazione – ha concluso Brighina- è molto importante oltre che gratificante, quale riconoscimento autorevole del nostro rinnovato impegno culturale di formazione e di orientamento nei confronti dei giovani studenti del territorio siciliano”.

L’edizione del 2013 è stata realizzata con il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei deputati, del ministero dell’Interno, del ministero della Difesa, del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia, del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, del Ministero dello Sviluppo economico e della Regione Siciliana.

Domani e dopodomani (25 e 26 ottobre) a Villa Lampedusa ci sarà invece la Fiera della Scuola Media. Dopo il successo ottenuto l’anno scorso, riapre le porte la Fiera della Scuola Media: Fiera dell’Orientamento Scolastico organizzata dall’associazione Aster. La Fiera della Scuola Media nasce dalla consapevolezza che, oggi più che mai, la scelta sbagliata degli studi secondari si riflette immancabilmente su una scelta non corretta dell’Università e, di conseguenza, della professione futura.

Non a caso anche la Fiera della Scuola Media dedica un’intera mattinata di orientamento alle famiglie, proprio per la consolidata certezza che soltanto una sinergia fra educatori responsabili ed orientatori aiuta i ragazzi a scegliere con consapevolezza l’Istituto superiore che meglio più adatto a loro. I ragazzi verranno informati sulle numerose proposte formative: tutti i referenti dell’orientamento presenteranno la loro offerta formativa e la loro peculiarità, fornendo agli studenti tante informazioni utili. La scelta della scuola superiore non sarà più affidata al caso ma sarà una scelta consapevole poiché orientata e spiegata. Non esisteranno più così “scuole difficili o facili”, ma scuole adatte a questa o a quell’altra personalità. Colloqui individuali di orientamento, workshop, simulazione di test di ammissione per le facoltà a numero chiuso.