L’Ufficio di Bruxelles della Presidenza della Regione, in collaborazione con l’Assessorato regionale dei Beni Culturali e l’Identità Siciliana ha organizzato una cerimonia di omaggio allo scrittore Vincenzo Consolo, scomparso il 21 gennaio scorso. La cerimonia sarà celebrata nel Padiglione Italia della Foire du Livre di Bruxelles il 1 marzo 2012 alle ore 13.00 a cui seguira’, alle 18.00, un momento di incontro culturale presso la libreria Piola Libri.

Nel corso della cerimonia verrà analizzato il percorso artistico e letterario dello scrittore siciliano, attraverso le testimonianze di amici, colleghi, accademici e giovani talenti che hanno condiviso e contribuito a diffondere il suo messaggio, in Italia come in Belgio. Tra questi, Giuseppe Schillaci il cui romanzo, opera prima “L’anno delle ceneri” (2010) e’ stato vivamente incoraggiato nonche’ recensito dallo stesso Consolo.

All’incontro pomeridiano saranno presenti, inoltre, la sig.ra Caterina Consolo, l’assessore regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Sebastiano Missineo in rappresentanza del governo siciliano, Il dirigente dll’Ufficio regionale di Presidenza Maria Cristina Stimolo, l’eurodeputato onorevole Rosario Crocetta, moderatore del dibattito, il giornalista e scrittore Jean Noel Schifano, il professore Walter Geerts Direttore dell’Accademia Belgica a Roma e docente presso l’Universita’ di Anversa, il professore Marie-France Renard dell’Universita’ di Saint Louis di Bruxelles, il direttore del Centro di studi e iniziative culturali Pio La Torre di Palermo.

A rappresentare la letteratura italiana al Salone del Libro belga saranno presenti i maggiori editori e scrittori italiani tra cui Simonetta Agnello Hornby con “Un filo d’olio” e Andrea Molesini con “Non tutti i bastardi sono di Vienna” entrambi editi da Sellerio, Gianrico Carofiglio, Francesco De Filippo, Antonio Pennacchi, Stefano Benni e Caterina Bonvicini. Durante la Fiera ci sarà inoltre un incontro con i migliori fumettisti italiani degli editori Beccogiallo, Coconico Press e Fandango.

Oltre alle tavole rotonde e alle presentazioni di libri con la partecipazione degli autori sono previsti incontri per avvicinare i ragazzi delle scuole alle proposte dell’editoria italiana contemporanea e discutere con loro interessi e tendenze.