L’anno accademico 2014/15 dell’Università di Catania si apre con una novità.

Giovedì 18 settembre alle 11.00, nella sede di via Santa Sofia 102, il rettore Giacomo Pignataro inaugurerà i nuovi edifici del Polo tecnologico d’Ateneo, progetto che aveva già preso avvio con l’ex rettore,  prof. Antonino Recca.

La progettazione e la direzione dei lavori sono state curate dagli uffici dell’area tecnica, in collaborazione con il dipartimento di Ingegneria industriale e meccanica, diretto dal prof. Francesco Patania. La struttura comprende due laboratori “leggeri” di 200 mq ciascuno, due laboratori “medi” da 1000 mq e due laboratori “pesanti” da 1100 mq. Arricchiscono il complesso uffici, aulette, un’aula conferenze da 170 posti, spazi a verde, percorsi carrabili e impianti.

Da sottolineare l’attenzione con cui è stato curato l’efficientamento energetico della struttura, che prevede l’isolamento termico degli edifici e l’autoproduzione di energia tramite impianti che utilizzano energie rinnovabili e assimiliate. L’autoproduzione di energia termica calda e fredda e di energia elettrica permetterà di supplire ad una quota significativa delle richieste energetiche del polo e di ottenerne i conseguenti benefici ambientali.

Il Polo Tecnologico permetterà agli studenti dei vari dipartimenti di portare avanti progetti di ricerca e di accrescere la loro formazione. Inoltre, saranno favoriti i rapporti tra le imprese e l’Università, nella logica dell’auspicata sinergia tra Università e mondo del lavoro.