“1 Non farti confondere dall’accento toscano: non è un comico. 2 Per capire le sue idee politiche, ripassa tutte le regole del calcio. E studia l’inglese. 3 Porta le foto della tua prima comunione. Condividere un passato cattolico vi renderà più vicini. 4 Gli piace più Fonzie dei paninari: evita il Moncler e metti il chiodo. 5 Ricorda: l’importante non è vincere, è rottamare”.

E’ il breve post dello scorso 13 gennaio del sito dell’Internazionale che da indicazioni su come comportarsi a cena con il sindaci di Firenze. Una simpatica “presa in giro” proprio per Matteo Renzi segretario nazionale del Pd e oggi premier incaricato.

Nulla di nuovo o di strano se non fosse che a condividere questo post su twitter è stato, nella tarda mattina di oggi, il gruppo Pd all’Ars. Una goliardata, probabilmente, ma che non ha mancato di far scattare la curiosità di aderenti, simpatizzanti, alleati, oppositori, giornalisti e semplici curiosi.

Raro, infatti, che un profilo ufficiale al quale fanno riferimento una quindicina di onorevoli deputati regionali, possa lasciarsi a questo genere di goliardate. Ma il nuovo corso smart del segretario nazionale e premier incaricato, probabilmente, prevede anche l’abbattimento di qualche tabù.

“Si tratta solo di un errore materiale – fanno sapere proprio dal gruppo all’Ars – commesso dal responsabile dell’ufficio stampa del gruppo mentre raccoglieva le notizie on line riguardanti proprio il segretario Renzi. Un pezzo di rassegna stampa postato, dunque, per sbaglio”.

Piccolo giallo già risolto, dunque, anche se resta l’ilarità causata da uno sbaglio quantomeno simpatico.