A chiudere i convegni di festAmbiente Mediterraneo, domani, domenica 21 dicembre, ore 9.30, Fabbriche Sandron, via Ferro Luzzi 3/5 Palermo, sarà quello su “La gestione integrata dei rifiuti in Sicilia. Una proposta concreta per superare l’emergenza infinita”.

Per Legambiente Sicilia l’attuale problema nasce dall’incapacità di mettere in campo una seria gestione dei rifiuti centrata sulla raccolta differenziata e sul recupero di materia. I governi che si sono succeduti negli ultimi anni hanno sempre cercato soluzioni alternative, normalmente finalizzate a favorire l’uso di tecnologie suggerite dall’amico imprenditore di turno che, praticamente sempre, si rivelano ben presto impraticabili sul piano economico o fortemente penalizzanti per i cittadini.

L’unica strada possibile è quella di avviare una seria politica di gestione che superi il monopolio della discarica e che punti a recuperare tutta la materia possibile.

Coordina Gianfranco Zanna, direttore di Legambiente Sicilia. Intervengono Vania Contraffatto, assessore regionale all’Energia e servizi di pubblica utilità; Mimmo Fontana, presidente di Legambiente Sicilia
Enzo Favoino, Scuola agraria del Parco di Monza; Aurelio Angelini, professore di sociologia dell’ambiente all’Università di Palermo; Eugenio Cottone, responsabile ambiente del Consiglio nazionale dei chimici; Angelo Palmieri, responsabile rifiuti di Wwf Sicilia; Giorgio Cappello, presidente della piccola industria di Confindustria Sicilia.

Alle 20.00 il concerto di Eleonora Tomasino e alle 22.00 quello di Anna Bonomolo per una serata all’insegna del soul che chiuderà il festival.

Il programma completo è disponibile su www.festambientemediterraneo.it