Si apre domani, giovedì 17 dicembre, la seconda edizione di Festambiente Mediterraneo ai Cantieri Culturali alla Zisa, dove Legambiente ha creato una cittadella ecologica che ospita concerti, dibattiti, cinema, mostre mercato, trattamenti benessere, cibo tradizionale e bio.

E per i più piccoli la Città dei bambini: un’area dove è possibile imparare e fare esperienze interessanti giocando.

Legambiente promuove l’uso dei mezzi pubblici e la mobilità sostenibile. La fermata più vicina ai Cantieri culturali alla Zisa è in piazza Principe di Camporeale, dove arrivano le linee 106, 110, 122, 422, 442 e 475. Sarà, quindi, offerta una consumazione gratuita a chi raggiungerà la festa in bicicletta o con l’autobus (mostrando il biglietto Amat).

Ad aprire Festambiente Mediterraneo, alle 15,30, alla Sala Perriera, il dibattito: La rete blu. Marine strategy in Sicilia e il sistema delle Aree Marine Protette come modello innovativo per la crescita dei territori.
Introduce e coordina Sebastiano Venneri, responsabile Mare Legambiente.
Relazioni di Renato Chemello, università di Palermo; Irene Di Girolamo, Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare; Francesca Ottaviani, Legambiente Protezione civile.
Dibattito: Renata Briano, vice presidente Commissione pesca Parlamento europeo; Maurizio Croce, assessore all’Ambiente della Regione siciliana; Stefano Donati, direttore area marina protetta Isole Egadi; Tata Livreri, direttore area marina protetta isola di Ustica; Giusi Nicolini, presidente area marina protetta Isole Pelagie; Nuccio Romano, presidente area marina protetta Isole Ciclopi; Giovanni Formica, sindaco di Milazzo; Giovanni Basciano, AGCI Pesca.
Conclude Vittorio Cogliati Dezza.

Alle ore 21.00 il concerto della “Piccola Orchestra Malarazza”, una band con tanto talento che rivisita attualizza con la propria musica la tradizione siciliana.

Il programma completo è disponibile su www.festambientemediterraneo.it