Uno stalker venticinquenne già con precedenti penali tra cui una evasione, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Sant’Agata di Militello per essere poi trasferito in carcere.

Lo scorso mese di novembre, ha dato fuoco all’auto dell’attuale compagno della sua ex. In passato aveva già danneggiato il mezzo, così come in precedenza accaduto con una vettura che la vittima aveva in uso, da poco parcheggiata per andare a prendere la figlia a Scuola.

Con le mani senza alcuna protezione, danneggiava il parabrezza del veicolo.

Gli ultimi due episodi sono datati Ottobre 2014, a seguito di questi all’autore dei pericolosi gesti veniva applicata la misura degli arresti domiciliari, anche per aver violato il divieto di avvicinare la vittima.

Molestie, sms minatori, insulti di ogni tipo sui social network, pedinamenti ed appostamenti sui luoghi di lavoro ed in quelli abitualmente frequentati dalla vittima, questi i gesti che hanno configurato il reato ascritto allo stalker.

Ai domiciliari, è finito il fratello del venticinquenne che lo ha aiutato nell’attuazione degli episodi aventi natura di reato.