Turismo e rilancio. Queste due parole potrebbero passare dalla riapertura di Palazzo Prato, a Valguarnera, fresco di restauro, dove è stato allestito un museo etno-antropologico.

La ristrutturazione dello storico palazzo ha richiesto un grande sforzo da parte dell’Amministrazione comunale, ma finalmente il 24 agosto il sindaco Leanza e le maggiori autorità territoriali, hanno di fatto sancito la nascita del museo.

In linea generale la struttura di via San Liborio, voluta dalla potentissima famiglia Prato, ospiterà diverse iniziative , in collaborazione con l’associazione “Valguarneresi nel Mondo” di Pippo Di Simone e Carlo Bellone. A loro è stato chiesto di gestire, tramite una convenzione triennale, la mostra sulla civiltà e le usanze contadine.