Dopo la delibera approvata dalla giunta di governo ieri sera, la presidenza della Regione
siciliana compie il primo passo formale per fermare la ratifica dell’accordo bilaterale tra Unione Europea e Marocco, firmato a Bruxelles il 13 dicembre dell’anno scorso e che introdurrebbe misure di liberalizzazione reciproche per i prodotti agricoli anche trasformati, il pesce e i prodotti della filiera ittica.
Con una nota inviata al presidente del Consiglio dei ministri, alla Farnesina, alle commissioni Affari Esteri di Camera e Senato e all’intera deputazione siciliana al Parlamento nazionale e al Parlamento europeo, il presidente della Regione Raffaele Lombardo ha chiesto che non venga ratificato l’accordo bilaterale tra Unione Europea e Marocco.

Nella nota si sottolinea come ogni relazione “non debba consentire concessioni squilibrate che arrecano pregiudizio alle produzioni del Sud Europa e del Sud Italia in particolare, segnatamente nel comparto ortofrutticolo, il più colpito da questo accordo bilaterale”.