Trecento grammi di marijuana avvolti nel cellophane e nascosti dentro una grondaia. E’ quanto ha fiutato ‘Roy’ il cane-carabinieri che ha permesso ai militari di scoprire la droga all’interno di un cortile di una casa di Acireale.

In manette sono finiti una 42enne ed il figlio di 22 anni con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione nel cortile prospiciente l’abitazione, il cane antidroga ha iniziato ad abbaiare fiutando qualcosa nascosta nei tubi della grondaia. Un carabiniere si è così arrampicato fin sopra il tetto e smontando un raccordo dei pluviali è riuscito a scovare delle buste in cellophane contenenti 300 grammi di marijuana e 23 semi della stessa sostanza.

In casa, invece, sono stati scoperto un bilancino di precisione e del materiale utilizzato per il confezionamento della droga. La droga è stata sequestrata mentre madre e figlio, in attesa del rito per direttissima, sono stati posti agli arresti domiciliari.