Ancora un’aggressione in un pronto soccorso. E’ accaduto la notte fra martedì e mercoledì scorsi all’ospedale Cannizzaro di Catania dove due operatori, un’infermeria e un ausiliario sono stati aggrediti da un ragazzo di 28 anni.

Secondo quanto riferisce una nota dell’azienda Cannizzaro l’ aggressore, accompagnato da una familiare, si trovava in stato di alterazione per effetto di alcol e svegliatosi dal sonno e andato in escandescenze nei confronti della donna che lo accompagnava, si è quindi scagliato contro gli operatori, richiamati in sala dalle urla, dando anche un calcio all’infermiera e un morso all’ausiliario che lo aveva bloccato.

Il caso è stato denunciato anche dal sindacato Infermieri mentre stamani il direttore generale Angelo Pellicanò ha incontrato le vittime dell’aggressione. Il manager, oltre ad esprimere solidarietà, ha garantito l’assistenza dell’ufficio legale.

“Esprimo innanzitutto la solidarietà personale e dell’intero ospedale – ha detto Pellicanò ai due dipendenti – per un episodio che dispiace profondamente e che nulla ha a che vedere con l’assistenza, prestata con professionalità da personale qualificato.  Al contempo, si stanno valutando misure per innalzare il livello di tutela di operatori e pazienti nell’area dell’emergenza, attraverso il servizio di sorveglianza e vigilanza con ronda già in atto”.