L’associazione culturale Gammazita di Catania torna in campo, anzi in piazza, con una nuova iniziativa. Si chiama “LiberoSpazio” ed è un format diretto dall’attrice Alice Ferlito che si pone come obiettivo quello di portare arte, cultura, ma soprattutto teatro, dove non è ancora arrivato, in quei posti dove il sipario, se c’è, è impolverato e sgualcito.

Una serie di spettacoli teatrali, alcuni già famosi altri scritti dagli artisti, renderà la piazza di Gammazita, in Piazza Federico di Svevia (Castello Ursino), il palcoscenico perfetto dove tanti artisti si metteranno in gioco cercando di provocare nel pubblico diverse emozioni, risate, pianti, riflessioni.

Mercoledì 28 ottobre dalle 21:00 alle 23:55 toccherà allo spettacolo “Il primo miracolo di Gesù”  il compito di rompere il ghiaccio. Il testo, tradotto in siciliano e interpretato da Maria Rita Leotta, è uno dei pezzi più comici dell’opera premio Nobel di Dario Fo, tratto da un Vangelo apocrifo, non inserito tra i Vangeli ufficiali. Racconta i primi otto anni della vita di Gesù, anni vissuti con i genitori sentendosi continuamente inadeguati e stranieri, diversi da chi li circonda. Una situazione che oggi più che mai risulta attuale ai nostri occhi e che solo “un miracolo” può risolvere.

Maria Rita Leotta ha studiato presso la scuola di Teatro Contemporaneo GESTI di Guglielmo Ferro, conseguendo l’attestato di attrice e regista, e presso la scuola di recitazione TEATRO DEGLI SPECCHI conseguendo l’attestato di attrice. Ha lavorato come assistente alla regia di Guglielmo Ferro e Federico Magnano San Lio in “La Scuola Delle Mogli” con Enrico Guarneri; “I Mafiosi Della Vicaria” con Agostino Zumbo, Lino De Motta, Bruno Torrisi; “L’ultimo Cliente” con Mariella Lo Giudice e Sebastiano Tringali; “Scupa” con Pippo Pattavina, Carmen Consoli, Angelo Tosto e a tanti altri spettacoli, oltre ad aver diretto in prima persona numerosi lavori della Compagnia Teatrale Jonica di Riposto.

Ha ottenuto il riconoscimento di Miglior Attrice per il ruolo di co-protagonista in “U Contra” con la regia di Angelo Tosto e si è esibita come attrice in “Mistero Buffo” e  “Coppia Aperta Anzi Spalancata” di Dario Fo e Franca Rame e in “Lo Stupro” di Franca Rame.

Un’attrice capace di passare da un ruolo drammatico ad uno comico, amata dal pubblico che non manca di dimostrarle sempre il proprio affetto e sostegno.