Doveva stare a Brancaccio ed invece i carabinieri lo hanno trovato a Misilmeri mentre stava dando fuoco a tanti rifiuti che ha creato allarme e paura in zona. Ai carabinieri qualcuno aveva segnalato che stava prendendo a fuoco una villetta.

I militari arrivati in Contrada De Simone con una colonna di fumo visibile ad una distanza di 3 chilometri. Qui hanno trovato un uomo Vittorio Sancilles, 61 anni, palermitano di Brancaccio che non poteva trovarsi lì perché era soggetto alla misura della sorveglianza speciale.

GUARDA LE IMMAGINI.

L’uomo, invece, si era recato in un suo terreno a Misilmeri aveva potato le sue piante e aveva realizzato una fossa di tre metri per tre e aveva dato fuoco a diversi arbusti tra cui scarti delle potature degli alberi di ulivo, numerose lastre in policarbonato resinato, verniciate e colorate (utilizzate per la copertura dei tetti), bottiglie di vetro, tondini di ferro ed altro materiale ferroso e vaschette di alluminio.

Era tanto il materiale ed alte le fiamme che erano arrivate diverse chiamate ai carabinieri di residenti che temevamo stesse bruciando una villetta. L’uomo è stato bloccato dai militari. L’area è stata sequestrata. Nel corso della direttissima il gip ha convalidato l’arresto è Sancilles è stato sottoposto all’obbligo di firma alla polizia giudiziaria di firma ed alla sorveglianza speciale con obbligo di dimora.