Nasce un nuovo gruppo parlamentare all’Assemblea regionale siciliana. Si chiama ‘Sicilia democratica’ e viene fondato da Lino Leanza insieme ai 5 deputati che hanno deciso di seguirlo nel suo addio ad Articolo 4.

A guidare il gruppo a Sala d’Ercole sarà Totò Lentini, vice capogruppo  Luisa Lantieri la formazione è completata, oltre che dallo stesso Leanza, da Giambattista Coltraro, Carmelo Currenti e Salvatore Cascio.

“Non si tratta solo di un gruppo ma di un vero e proprio partito che avrà una organizzazione tradizionale – dice Leanza – e intendo riferirmi ad un modo di concepire la politica e l’organizzazione di partito”.

Sicilia Democratica terrà la sua costituente il 29 e 30 novembre. In quella occasione saranno  varati lo Statuto, il Manifesto, il simbolo, il codice etico che tutti gli aderenti dovranno sottoscrivere, il piano programmatico e quello organizzativo.

“Le linee guida della nostra azione non cambiano. Al centro dell’attività politica di Sicilia democratica ci sarà sempre la lotta all’esclusione sociale, lo sviluppo, la legalità, interventi per il potenziamento delle piccole e medie imprese, la promozione della cultura, dell’istruzione e della Formazione nella convinzione che di cultura e turismo si mangia soprattutto in Sicilia. Su tutto, naturalmente, il lavoro vera emergenza sociale da affrontare”

Da un punto di vista politico la collocazione di Sicilia democratica non cambia rispetto alla precedente: “Restiamo nell’alveo del centro sinistra, fedeli ai patti presi con il presidente della regione e la maggioranza. Siamo una forza di questa maggioranza ed esprimiamo l’assessore all’agricoltura Nino Caleca così come il suo predecessore Ezechia Paolo Reale dunque nulla cambia nella maggioranza rispetto a ieri”.