In occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico, è diventato operativo il centro di dinamica sperimentale dell’ Università di Enna “Kore” denominato L.E.D.A., Laboratory of Earthquake engineering and Dynamic Analysis. Il progetto finanziato dal Programma Operativo Nazionale “Ricerca & Competitività” (2007-2013) utlizza soluzioni progettate e realizzate da Bosch Rexroth che lo rendono tra i più all’avanguardia in Europa.

Il Centro di Ricerca LEDA si occuperà dell’analisi dinamica in generale ed in particolare dell’analisi di strutture civili sottoposte a sollecitazioni sismiche. Bosch Rexroth Italia, vincitore della gara d’appalto per equipaggiare e attrezzare l’intero laboratorio di dinamica sperimentale, si è occupata della progettazione e realizzazione di due simulatori sismici, ovvero tavole vibranti di 4×4 metri, in grado di riprodurre le accelerazioni del terreno della maggior parte degli eventi sismici registrati nel mondo. Su ognuno dei simulatori potranno essere realizzati modelli in scala ridotta o al vero per l’analisi sismica oppure potranno essere posizionati dispositivi per la mitigazione del rischio sismico al fine di eseguire operazioni di qualifica. Il sistema di controllo consentirà sia l’uso separato delle due tavole sia l’uso congiunto finalizzato alla simulazione sismica su strutture di grande luce, come impalcati da ponte o sezioni di edifici industriali, soggetti a moti asincroni.

Luigi Conte, Proposal Manager di Bosch Rexroth, commenta così l’esito del progetto: “Ci riempie di orgoglio l’aver contribuito alla realizzazione e alla buona riuscita di un prestigioso progetto che pone l’Università Kore tra i Centri di Ricerca sismici tra i più importanti al mondo. Fin dai primi contatti con l’Università e con il Preside Prof. Tesoriere e i Prof. Navarra e Fossetti, abbiamo potuto apprezzare la grande determinazione e professionalità nell’affrontare un progetto che proprio oggi diventa realtà. Bosch Rexroth ha istituito un gruppo di lavoro ad hoc per dedicarsi allo studio e alla successiva realizzazione dei simulatori sismici; è stato un lavoro complesso, con un importante impiego di risorse ma oggi, a distanza di oltre due anni, vedere il L.E.D.A completato anche per merito della nostra azienda è grande motivo di soddisfazione”.

Economica, precisa, sicura e ad alta efficienza energetica: la tecnologia degli azionamenti e dei controlli di Bosch Rexroth muove macchine e impianti di qualsiasi dimensione. Bosch Rexroth fornisce in tutto il mondo tecnologie integrate per l’azionamento e il controllo di impianti industriali – Industrial Applications – e macchine operatrici mobili – Mobile Applications, nonché tecnologie legate al settore delle energie rinnovabili – Renewable Energies – e servizi.

Bosch Rexroth è l’unica società ad operare in questi settori con un’offerta integrata in grado di soddisfare simultaneamente molteplici esigenze, dal supporto alla progettazione alla fornitura di componenti di alta qualità. Bosch Rexroth può essere l’interlocutore unico dei propri clienti per idraulica, azionamenti e controlli elettrici, tecnica lineare e di montaggio. Con sedi in oltre 80 paesi, Bosch Rexroth ha generato nel 2014 un fatturato di circa 5,6 miliardi di euro.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader mondiale di tecnologie e servizi. Nel 2014 i circa 290 mila collaboratori hanno generato un fatturato di 48,9 miliardi di euro. I settori di business sono divisi in quattro aree: Tecnica per autoveicoli, Tecnologia industriale, Beni di consumo e Tecnologie costruttive ed energetiche. Il Gruppo comprende l’azienda Robert Bosch GmbH e quasi 360 imprese tra consociate e filiali in circa 50 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali e di assistenza. Le attività internazionali di sviluppo, di produzione e di vendita sono alla base della continua crescita. Nel 2014 Bosch ha registrato oltre 4.600 brevetti in tutto il mondo. Grazie ai suoi prodotti e servizi Bosch migliora la qualità della vita, offrendo soluzioni valide e innovative: “Tecnologie per la vita.”
Ulteriori informazioni sono disponibili online all’indirizzo www.bosch.com e
www.bosch-press.com