A quasi un anno dall’alluvione che il 22 novembre provocò a Saponare la morte di 3 persone devastando la zona tirrenica della provincia, sono stati depositati in Procura a Messina i risultati della perizia.

Travolti da una frana morirono Luigi e Giuseppe Valla, padre e figlio, e Luca Vinci, un bambino di 10 anni. Tutti vivevano nelle case di contrada Scarcelli. Il consulente nominato dalla Procura, il professore Francesco Fiorillo, geologo dell’universita’ di Benevento, ha depositato con la sua relazione numerosi allegati. Si tratta di una lunga analisi dello stato dei luoghi e della dinamica dell’evento franoso che viene definito come “frana superficiale veloce lungo il pendio”. L’inchiesta, condotta dal procuratore capo Guido Lo Forte e dal sostituto Camillo Falvo, al momento e’ contro ignoti.

L.A.