Migliaia di lavoratori di Almaviva Contact si sono dati appuntamento a Palermo, a piazza Marina, per dare vita a un corteo che li porterà direttamente davanti alla sede della Presidenza della Regione. Il traffico è in tilt (>VIDEO<).

“Il modo migliore per l’Almaviva per confermare i suoi propositi di permanenza nell’isola- dicono Ferruccio Donato, segretario regionale Cgil, e Maurizio Rosso, segretario della Slc di Palermo– è ristrutturare l’immobile che il sindaco Orlando ha dichiarato di volere mettere a disposizione e trasferire in Sicilia la propria sede legale. A questo punto- aggiungono- la Regione deve fare la propria parte relativamente a una realtà che consolida la sua presenza nell’isola”. (>GUARDA LE VIDEOINTERVISTE AI SINDACALISTI<)

GUARDA LE FOTO

I lavoratori Chiedono alle Istituzioni locali una risposta alla vertenza della sede unica: un edificio dove riunire i due call center del capoluogo siciliano, uno dei quali (quello di via Cordova, ex Alicos) con il contratto d’affitto ormai scaduto da mesi. Numerosi i politici presenti alla manifestazione. Secondo i sindacati l’adesione si aggira attorno a 90% dei dipendenti del call center. (>GUARDA LE VIDEO INTERVISTE AI POLITICI PRESENTI ALLA MANIFESTAZIONE<)

Intanto, è tornato a parlare di Almaviva, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, ribadendo la disponibilità dell’Amministrazione comunale a trovare una soluzione per i lavoratori della società, attraverso un tavolo tecnico in Prefettura. Continua a leggere…