La fontana di via Madonna del Soccorso, nel quartiere Altarello, popolosa borgata palermitana, è stata chiusa dall’Amap lo scorso sabato mattina. A deciderlo, “senza preavviso” – dicono i residenti – il Comune di Palermo che ha ordinato di togliere rubinetto e contatore, giustificando il gesto con un semplice “non serve più”.

In tutta la zona, però, l’acqua arriva solo la sera, a partire dalle 19, e così a quella fontana erano in tanti a recarsi ogni mattina muniti di secchi e contenitori per approvvigionarsi d’acqua.

La giustificazione del Comune ha così scatenato l’indignazione degli abitanti del quartiere Altarello che da sabato mandano decine di segnalazioni e lamentele alla IV circoscrizione.

“La zona è povera, non tutti oggi hanno i recipienti a casa, è inammissibile chiudere un punto di importanza vitale per la gente – dicono Silvio Moncada e Ninni Abbate, presidente e vicepresidente della IV circoscrizione -, una fontana storica, in vita da oltre 100 anni. Il Comune dice che spende troppo per il consumo ma intanto le persone subiscono disagi immensi. Chiediamo il coinvolgimento del Settore Ambiente del Comune per risolvere l’incombenza e donare nuovamente agli abitanti il servizio”.