Dopo il corteo del 20 Novembre che ha visto scendere in piazza più di 3 mila studenti contro la “Buona Scuola”, continuano le proteste degli studenti delle scuole palermitane.

Stamattina, infatti, gli studenti dell’IISS “Ferrara” e del Liceo “Benedetto Croce” hanno deciso di occupare le loro scuole, aggiungendosi a quelle che già nelle scorse settimane erano entrate in agitazione o in stato di occupazione.

Lo rende noto il coordinamento degli studenti medi. Non si fermano quindi le proteste dei giovani palermitani che continuano ad esprimere il proprio dissenso nei confronti della riforma targata Renzi-Giannini: uno dei punti più contestati, risultato centrale nella manifestazione di venerdì scorso, l’alternanza scuola-lavoro che altro non è che sfruttamento del lavoro gratuito degli studenti, a vantaggio dei profitti di aziende e imprese private.

In tutte le scuole occupate sono già programmate iniziative di dibattito e seminari su temi di attualità e di interesse pubblico: “Buona Scuola”, guerra e terrorismo, violenza sulle donne. Proprio su quest’ultimo tema si incentreranno domani, nella giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, le iniziative nelle scuole che vedranno la partecipazione del Collettivo Anillo De Fuego che porterà le proprie riflessioni in merito.

(nella foto l’ultima protesta studentesca)