La Corte di Cassazione ha accolto il ricorso del Pm di Marsala contro la scarcerazione decisa lo scorso 13 marzo dalla sezione per il riesame del Tribunale di Palermo nei confronti dei fratelli Michele Claudio e Giuseppe Vaiana, di 58 e 51 anni, arrestati dai carabinieri il 16 febbraio scorso per il duplice omicidio della loro sorella Caterina Vaiana di 33 anni, e dell’amante e cognato di lei Paolo Favara di 30 anni, uccisi il 24 agosto del ’90 a Campobello di Mazara.

Del caso si occupera’ adesso una diversa sezione del Tribunale di Palermo chiamata a pronunciarsi sulla custodia cautelare in carcere. Le vittime furono ammazzate a colpi di lupara in un ovile in contrada Dionisio. All’origine del delitto ci sarebbe un’intricata vicenda sentimentale e anche la violenza sessuale subita da una bambina che all’epoca dei fatti aveva 9 anni.