I paradossi tra la vita reale e quella virtuale continuano. Stavolta è successo a Messina, dove due ragazzi che erano stati compagni di scuola, si ritrovano sul social network e stringono nuovamente amicizia.

Poi però ad un primo litigio in chat, ne segue un secondo nel mondo reale. I due si danno appuntamento e uno aggredisce l’altro a suon di legnate, per nulla virtuali.

La vittima a causa dei colpi è stato portato all’Ospedale Papardo di Messina dove è stato ricoverato con prognosi di trenta giorni e ha subito un operazione di chirurgia plastica al setto nasale.

Altra storia spiacevole è quella avvenuta a Matera, dove un gruppo di ragazzini di quattordici anni ha creato un profilo Facebook con l’obiettivo di prendere in giro un compagno, e il ragazzino si è sentito talmente umiliato che non voleva più andare a scuola.