Ancora uno sfratto bloccato a Palermo. Questa mattina le famiglie del Comitato di lotta Prendocasa Palermo hanno bloccato il terzo accesso di uno sfratto in via Giuseppe Ricupero, rinviandolo di fatto di oltre un mese, al 25 gennaio.

Il nucleo familiare è composto da 4 persone, di cui due bambini. I genitori hanno perso il lavoro da qualche mese per problemi di salute. Abitano in un appartamento in via Giuseppe Recupero, alle spalle della stazione centrale, e non pagano più l’affitto da pochi mesi. Il proprietario ha proceduto immediatamente con l’istanza di sfratto per morosità incolpevole. Il problema della casa è una vera emergenza nella città di Palermo, il Natale si avvicina e per molte famiglie il rischio è quello di restare senza un tetto anche in pieno inverno.

Con un’emergenza abitativa alle stelle e una lista di emergenza comunale che scorre a passo lentissimo l’unica via di uscita per le famiglie è quella di opporsi strenuamente agli sfratti e agli sgomberi e provare a sbarcare il lunario.

La famiglia è venuta a conoscenza del progetto del Comitato Prendocasa attraverso lo sportello antisfratto attivo ogni mercoledì dalle 15:00 alle 17:00 al Centro Sociale Ex Karcere in via San Basilio n°17.

A fronte di questa emergenza, dopo le numerose assemblee, gli sfratti rinviati e il presidio sotto la prefettura di alcuni giorni fa le realtà di lotta per la casa cittadine hanno indetto una fiaccolata per il diritto alla casa il 23 dicembre che partirà alle 17:00 da piazza Verdi e attraverserà i quartieri popolari della città portando solidarietà a chi lotta per un tetto.