Oggi ricorre il 24esimo anniversario dell’omicidio di Libero Grassi, l’imprenditore tessile che per primo – nel totale silenzio del mondo politico ed economico – si oppose al racket, denunciando i suoi estorsori.

Fu ucciso a Palermo dalla mafia, la mattina del 29 agosto del 1991, in pieno centro e a poca distanza da dove persero la vita Piersanti Mattarella, Rocco Chinnici, Boris Giuliano, Giovanni Bonsignore.

“Rosario, sono dispiaciuta che tu non sia qui a ricordare Libero Grassi e che non abbia mandato neppure un esponente del Governo regionale”. A distanza, da via Alfieri, dove fu assassinato Grassi, la vedova  dell’imprenditore Pina Maisano  ha “richiamato” il presidente della Regione Rosario Crocetta, assente alla commemorazione.

Come ogni anno, alle commemorazioni, era presente il presidente del Senato Piero Grasso.