Acque potabili siciliane, la societa’ privata che da circa un anno gestisce il servizio idrico pubblico nell’isola, ha comunicato agli ufficili comunali di Cinisi, che ha annullato le bollette dell’acqua dei cittadini ed effettuerà una nuova lettura dei contatori.

Ricordiamo che il 14 dicembre scorso sono state recapitate ai cittadini di Cinisi le prime bollette di Aps e gli importi erano anche dieci volte superiori a quelli precedenti. Il giorno dopo, lo sportello di Aps è stato preso d’assalto dagli utenti. La protesta è poi culminata nella manifestazione di sabato scorso in piazza Vittorio Emanuele Orlando, organizzata dalla sezione locale del Pd.

Aps ha dovuto rendersi conto – dice Giuseppe Biundo, responsabile provinciale Enti locali del Pd – che gli importi che voleva far pagare ai cinisensi erano assurdi. Con la nostra manifestazione, nel corso della quale abbiamo raccolto pu’ di 200 bollette, abbiamo dato un importante e chiaro segnale ad Aps: non siamo disposti a far pagare ai cittadini l’errore che ha commesso l’amministrazione comunale aderendo all’Ato idrico”.