Si chiama Mirko Pace, palermitano di 27 anni, studente in Filosofia, da grande vuole fare il bibliotecario e, domenica scorsa, è stato eletto nuovo presidente di Arcigay Palermo. La sua è stata una candidatura fortemente voluta da tutta l’associazione e anche da Daniela Tomasino (presidente uscente).

Tra i punti del suo programma il primo è certamente quello di trovare una sede per l’associazione in città: “Per adesso siamo sempre stati ospitati da altre associazioni come il Blow up o Amnesty – racconta Mirko – chiederemo al Comune di darci una sede da condividere con le altre associazioni Lgbt e poi cominceremo una serie di attività per sostenere economicamente la sede. È importante per noi avere un posto dove ospitare i ragazzi che hanno conflitti con le famiglie dopo che fanno coming out e non sanno dove andare”.

CONTINUA A LEGGERE SU SI24.it