I carabinieri hanno arrestato a Cinisi, nel Palermitano, due giovani di 36 e 26 anni di Palermo e Partinico per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

I militari hanno individuato un’abitazione che fungeva da laboratorio per la suddivisione e il confezionamento dello stupefacente, da cedere poi al dettaglio nelle piazze del Paese, vi hanno fatto irruzione. All’interno hanno trovato i due giovani, uno dei quali è scappato al piano superiore, con i carabinieri alle calcagna. Raggiunto il terrazzo del piano sovrastante, ha gettato un sacchetto con all’interno 520 grammi di marijuana già essiccata. La perquisizione domiciliare ha poi consentito di trovare altri 40 grammi circa di marijuana essiccata, oltre a materiale per il confezionamento.

I due giovani sono stati quindi arrestati e condotti al Tribunale di Palermo dove si è tenuto il giudizio direttissimo. Entrambi gli spacciatori sono stati condannati a 14 mesi di reclusione e al pagamento di una multa pari a ventimila euro con pena sospesa.