Si terrà martedì 20 Gennaio 2015 a Catania alle 16 al Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali (aula B), l’evento noto come “Bookcrossing”, organizzato da Fabrizio Parla, consigliere al CdA dell’Università, Claudio Bellamia, senatore accademico, Lorena Spada, Luca Lo Presti, Marta Napoli, Cristian La Spina e Luigi Provini.

Cosa si intende con il termine bookcrossing? L’abbandono dei libri nei luoghi pubblici affinché altri possano leggerli.

Tra il 1999 e il 2001 questo tipo di condivisione di libri era diffuso negli Stati Uniti, in particolare tra i giovani studenti universitari di Boston. La differenza con oggi, però, sta nel fatto che a quei tempi  non era possibile sapere quale sarebbe stato il destino del libro una volta abbandonato. La novità introdotta da Hornbaker, che si ispirò a due siti che praticavano già questo tipo di attività con le fotografie dei viaggi e con le banconote, fu quella di creare un sito che permettesse di seguire in maniera semplice e automatica il sentiero seguito dal libro una volta lasciato libero.

Oggi il bookcrossing è un’attività praticata in tutto il mondo e arriva anche all’Università di Catania, Dipartimento di Scienze Umanistiche, in una forma alternativa. L’associazione Azione Universitaria ha organizzato un evento che prevede lo scambio di libri tra giovani, adulti, studenti, professori e chiunque voglia partecipare.

I libri messi in circolo verrano prima etichettati con i nomi dei proprietari originari e poi dati in prestito ad altri lettori. Sarà anche possibile scrivere una recensione sul libro letto per consigliarlo o meno agli altri partecipanti,  registrandosi al sito bookcrossing.com.

Durante l’evento del 20 gennaio sarà presentato il libro “La casa del mandorlo” di Lella Seminerio, che tratta il tema dell’indipendenza femminile. Alla presentazione prenderanno parte la giornalista Alessandra Bonaccorsi, direttrice del magazine “Sicilia & Donna”, e la cantautrice siciliana Cinzia Sciuto che si esibirà con dei canti siciliani.

Un’iniziativa gratuita che si pone come obiettivo quello di avvicinare il più possibile al mondo della lettura, della cultura e del sapere i giovani universitari e non solo.

gl