Una community per il parcheggio sicuro. È questa l’idea di “Parcheggiatori“, un’applicazione che raccoglie le segnalazioni sui posteggiatori abusivi di tutta Italia, fornendo dettagli sulle tariffe richieste.

L’app è al momento disponibile per dispositivi iOS, Android e Windows e offre un aiuto agli automobilisti che, in cerca di un posto auto, trovano troppo spesso parcheggiatori abusivi che “presidiano” le vie e chiedono, illegalmente, del denaro per posteggiare.

Esaminando i dati offerti dall’applicazione, il record sull’abusivismo va alla Campania con 1453 segnalazioni, la Sicilia si piazza al secondo posto con ben 672 segnalazioni, terzo classificato è invece il Lazio con 218.

A Catania il fenomeno dei parcheggiatori abusivi si concentra nelle zone del centro storico. I parcheggiatori, rappresentati nella grafica dell’app con degli omini baffuti, sono presenti soprattutto nelle vie circostanti Piazza Duomo, Piazza Teatro Massimo e nei pressi di via Vittorio Emanuele. Non mancano, però, segnalazioni, anche per le zone periferiche e per quelle più frequentate d’estate, come Acitrezza e Acicastello. Le ultime riguardano Largo Paisiello, via Ingrassia e via Cosentino.

Quando un utente invia una segnalazione, è possibile specificare la tariffa richiesta per parcheggiare senza subire danni e, in caso contrario, i rischi che si corrono quando il parcheggiatore abusivo non viene pagato.

Le tariffe variano da “’na cosa a piacere” a ben 5 euro. Ma ancor più sorprendenti sono i servizi offerti alle auto e agli automobilisti che non vogliono pagare questo pizzo: rottura di vetri, foratura dei pneumatici, ammaccatura alla carrozzeria, rigatura dell’auto, minacce, bestemmie, percosse e chi più ne ha, più ne metta.

A sviluppare il progetto è stato un team composto da Pasquale Mauriello (Idea & Web Conding), Fabio Ranieri (Android App & Web Coding), Antonio Puledda (Graphic & Design), Michele Plantamura (Windows Phone App) e Francesco Ficetola (iOS App).

L’applicazione nasce per soccorrere i guidatori, segnalando e condividendo come una vera community tutte le informazioni sui parcheggiatori abusivi. La tecnologia può sensibilizzare e mettere in guardia i cittadini sui rischi che si corrono, ma di certo non è ancora sufficiente per combattere il fenomeno dell’abusivismo,