Arriva l’inverno. Venti freschi orientali stanno iniziando a pulire il cielo sulle regioni settentrionali, ma la vera irruzione del freddo si avrà
stanotte. La redazione di www.ilmeteo.it avvisa che dalla tarda serata un nocciolo d’aria fredda dal Nord Europa entrerà in Italia passando per la Francia. Questa discesa fredda richiamerà venti orientali anche moderati o forti che inizieranno a far diminuire le temperature, ma anche creerà
una veloce bassa pressione nei pressi del mar ligure che porterà a un intenso peggioramento su Liguria, Piemonte meridionale e Lombardia, dove in serata e nottata sono attese precipitazioni anche forti con la neve che inizierà a scendere nella notte fin sopra i 500/600 metri sui monti della Liguria e sul Cuneese.

Neve abbondante sul Cuneese con accumuli superiori ai 10 cm a bassa quota. Il tempo peggiorerà anche sulle regioni adriatiche centrali con pioggia e neve dai 700/800 metri, in Sardegna con pioggia e neve sopra i 1300, sulle coste settentrionali della Sicilia e poi su gran parte dell’isola con neve sopra i 1500 metri. Da martedì il tempo migliorerà già dal pomeriggio al Nord e al Centro con cielo sereno o poco nuvoloso, ma più freddo ovunque, tra l’altro accentuato anche dai venti orientali.

Mercoledì risveglio gelido per molte città del Nord e zone interne del Centro. Bel tempo quindi almeno fino a sabato quando tutto cambierà nuovamente per l’arrivo di una perturbazione atlantica che porterà tanta pioggia al Nord, specie in Liguria e venti più umidi meridionali.