Era ai domiciliari, ma nonostante la misura restrittiva avrebbe spacciato cocaina e marijuana. E’ finito in carcere Francesco Cavallaro, 30 anni, che ieri sera a Giarre ha lanciato dalla finestra della propria abitazione 13 dosi di cocaina, che sono state subito recuperate dai carabinieri che si erano presentati per un controllo.

Durante la perquisizione in casa dell’uomo sono stati ritrovati, nascosti nel vano ascensore, 150 grammi di marijuana, 21 grammi di cocaina, 35 grammi di sostanza da taglio, 1 bilancino di precisione, vario materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente e dei “pizzini” sui quali il 30enne avrebbe aggiornato le operazione del business.

L’uomo, inoltre è stato trovato in possesso di 3.000 euro, che secondo i carabinieri sarebbero il provento dell’attività di spaccio.

Inoltre, durante la stessa operazione, i carabinieri hanno scoperto all’intero dell’androne dell’immobile un involucro con 400 grammi di marijuana. La droga ed il denaro sono stati sequestrati, mentre l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.