“L’attività parlamentare non è paralizzata per colpa del governo, ma per via della situazione che c’è in I commissione che non si è ancora sbloccata. Il presidente dell’Ars sa bene cosa deve fare è importante però che lo faccia subito”.

Il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, che ha partecipato a un incontro “pacificatore” con il gruppo Pd dell’Ars, avrebbe attaccato duramente il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone, sulla paralisi dell’Ars, causata dalla vicenda della I commissione Affari istituzionali, presieduta da Marco Forzese. A rivelarlo è il quotidiano La Repubblica Palermo.

Ma con una nota Crocetta smentisce la ricostruzione di Repubblica. “In merito alla notizia diffusa da alcuni organi di informazioni di mie presunte critiche nei confronti del presidente Ardizzone sullo stato di paralisi all’Ars, comunico che tale notizia è completamente destituita di fondamento”.

“Nel corso dell’incontro con il Pd – aggiunge – mi sono limitato a dire che era immediatamente necessario procedere al rinnovo della commissione Affari Istituzionali, per consentire l’esame e l’incardinamento dei numerosi disegni di legge presentati dal governo e dai deputati, procedendo alla nomina della commissione stessa. Questo per amore della verità, sottolineando con forza – conclude Crocetta – che tra me e il presidente Ardizzone non vi è alcuno scontro“.