I 700 contrattisti che lavorano a 36 ore settimanali con un contratto a tempo determinato che scadrà il 31 dicembre 2016, continuano a sottoscrivere le adesioni allo sciopero indetto dalla Fials-Confsal per il prossimo 26 maggio.

Alcune centinaia di adesioni sono già pervenute alla segreteria provinciale della Fials-Confsal di Palermo e saranno trasmesse in questi giorni all’Asp Palermo, paralizzando di fatto una serie di servizi offerti dall’Asp nei confronti del pubblico quali CUP, Call Center, Uffici Ausili e Presidi, Data Entry, Veterinaria, Igiene Pubblica, Provveditorato, Economico Finanziario, Rilascio esenzioni e casse Ticket, Uffici Amministrativi, Poliambulatori, etc. poiché i 700 contrattisti interessati pur non ricoprendo posti della Pianta Organica dell’ASP Palermo, in effetti prestano servizio a pieno titolo in maniera fondamentale presso i servizi di front line con il pubblico.

“Le motivazioni alla base dello sciopero – spiega Vincenzo Munafò, segretario provinciale Fials-Confsal – sono state già comunicate all’assessorato regionale della Salute, al direttore generale dell’Asp Palermo, al Prefetto di Palermo e al Questore di Palermo, e si estrinsecano fondamentalmente sul mancato riconoscimento al personale contrattista del diritto al pagamento del sistema premiante che viene corrisposto al solo personale strutturato, a seguito del raggiungimento degli obiettivi aziendali che ovviamente per essere raggiunti si avvalgono del notevole contributo dei 700 dipendenti contrattisti”.

Lo sciopero serve a chiedere all’assessore regionale della Salute, in occasione delle nuove determinazioni delle Dotazioni organiche delle Aziende del Ssr che si stanno predisponendo in questi giorni, a prevedere misure tendenti alla fuoriuscita dal bacino del precariato del personale contrattista che vi si trova da oltre 25 anni, nell’ambito di una programmazione regionale pluriennale che permetta al personale contrattista ed ex Lsu (Lavoratore socialmente utile) di essere stabilizzato, attraverso percorsi formativi che ne permettano l’utilizzo nel settore tecnico, sanitario ed amministrativo delle Aziende.

I contratti di solidarietà per il sistema premiante già sottoscritti, con tutte le organizzazioni sindacali unitamente agli Ospedali riuniti Villa Sofia – Vincenzo Cervello, all’Arnas Civico di Palermo, all’Aoup Policlinico, purtroppo ha visto in questi giorni la non sottoscrizione dell’accordo di solidarietà da parte di alcune organizzazioni sindacali confederali che pur avendo sottoscritto l’accordo in sede regionale, ritengono di non doverlo sottoscrivere in sede Asp Palermo”.

Le modalità dello svolgimento della giornata di sciopero saranno comunicate dalla Federazione provinciale Fials-Confsal, subito dopo aver effettuato  un ultimo tentativo di raffreddamento del conflitto previsto per legge nella sede della Prefettura di Palermo alla presenza di tutti gli attori interessati: assessorato regionale della Salute, Asp Palermo e organizzazioni sindacali Palermo.