“Viaggiano” su internet i referti degli screening. L’iniziativa è dell’Asp di Palermo che, per snellire le procedure di interazione con gli utenti, ha attivato un apposito servizio di invio per posta elettronica del “risultato” degli esami relativi a mammografia, pap-test e sof-test.

“Il referto negativo – ha spiegato il Direttore generale dell’Asp, Antonio Candela – sarà recapitato a mezzo e-mail a chi, al momento dell’accettazione, avrà fornito l’indirizzo di posta elettronica. Il servizio, del tutto informatizzato, oltre a dare tempestiva comunicazione dell’esito dello screening con notevole contrazione dei tempi d’attesa e dello stato ansioso indotto dall’esecuzione del test, consentirà il progressivo abbattimento anche dei costi relativi alla tradizionale spedizione per posta. L’invio è limitato ai soli esiti negativi, mentre, per protocollo, i casi positivi vengono comunicati dal personale sanitario direttamente all’assistito che viene poi ‘accompagnato’ in un percorso programmato e pianificato di approfondimento diagnostico e terapeutico del tutto gratuito, nel rispetto di rigorosi indicatori di qualità previsti a livello nazionale e internazionale”.

L’esito del test viene anche comunicato per posta elettronica al Medico di Medicina Generale per la condivisione del percorso assistenziale e la presa in carico dell’assistito, soprattutto, nei casi di positività.

“Il servizio – ha sottolineato Candela – consente di migliorare la condivisione e la circolarità delle informazioni di carattere sanitario con il Medico di Medicina Generale migliorando ulteriormente l’assistenza agli utenti inseriti nei percorsi di prevenzione”.

L’Asp di Palermo, nello scorso mese di ottobre aveva, già, attivato un servizio di messaggistica di cortesia SMS: un messaggio (recall) ricorda con quattro giorni di anticipo, l’appuntamento al test di Screening, mammografia o PAP test, fissato e comunicato in precedenza con la consueta lettera d’invito.