Come “assaggio” della seconda edizione di “Scruscio… note di Sicilia”, il piacevole “rumore” prodotto dalla musica di qualità a Cinisi, nell’atrio del Comune, presso il Palazzo dei Benedettini, la sera di giovedì 10 settembre ecco “Aspettando Scruscio… note di Sicilia“.

Massimo Minutella accoglierà i suoi amici musicisti accompagnadoli in un intenso viaggio tra le note, sotto le stelle cinisensi. L’ospite più in “vista” sarà Paolo Belli, accompagnato dal contrabbassista Diego Tarantino. Insieme a lui e al pubblico che ha già apprezzato, lo scorso anno, l’atmosfera intima e colloquiale con la quale Massimo conduce la serata, Lello Analfino, leader dei Tinturia, con Lino Costa e Giampiero Risico, rispettivamente chitarra elettrica e fiati del gruppo, e Peppe Cubeta, voce e chitarra del gruppo Qbeta, gruppo musicale siciliano attivo dall’inizio degli anni novanta. Da segnalare, in più, la presenza di Luigi Maria Burruano.

L’attore, indimenticato padre di Peppino nel film, “I Cento Passi”, e protagonista di centinaia di pellicole e rappresentazioni teatrali che hanno fatto grande il cinema e il teatro siciliano, ritornerà a Cinisi per ricevere un premio alla carriera.

«“Scruscio” – spiega Massimo Minutella, che ha ideato e organizzato la manifestazione con il Melangolo, che dovrebbe essere confermata il 25 e il 26 settembre – pone l’attenzione sugli artisti che mettono in risalto in qualche modo il loro legame con il dialetto siciliano».

Paolo Belli, che lo scorso aprile è stato invitato al Nuovo Montevergini da Massimo Minutella, in una serata speciale volta a festeggiare i venti anni di carriera, si mostra nuovamente incline a Palermo e alla Sicilia, avendo anche scritto con i Tinturia la canzone “Ncapu e sudd”, presentata al Festival della nuova canzone Siciliana.

L’ingresso è gratuito.