Calendario dei lavori stabilito e subito saltato alla prima occasione. Slitta nuovamente la trattazione della mozione di sfiducia nei confronti del segretario generale Patrizia Monterosso per lasciare spazio ad una sessione di bilancio che si annuncia per nulla facile.

Ieri la Commissione è riuscita a riunirsi per entrare nel merito solo intorno alle 18. Lo scontro, politico, era già iniziato in mattinata. Lavori lunghi e complessi con il rischio che anche il semplice assestamento di bilancio si trasformi in un assalto alla diligenza visto che i soldi sono pochi e le esigenze davvero tante.

Dalle opposizioni avrebbero voluto perfino scavalcare la ‘bilancio’ con Forza Italia che si dice pronta a sostenere un approdo in aula della norma anche così com’è per poi discuterla fra gli scranni di sala d’Ercole dove tutto avviene sotto i riflettori, ogni cosa è pubblica ed è più difficile (ma non impossibile) mettere in campo giochi e giochetti. Una ‘pazza idea’ che era già balenata anche alla maggioranza per il motivo esattamente opposto ovvero tagliare i tempi bypassando la commissione ed avere più possibilità di lasciare la manovra intonza o comunque additare come nemici della Sicilia gli autori degli emendamenti d’aula.

Ma ieri a tarda ora il voto positivo è arrivato anche se fra mille difficoltà. sei i favorevoli ad una manovra da 45 milioni di euro per coprire le spese di precari e forestali ma che non salva tutto il resto. Due i voti contrari, quelli dei grillini, tre gli astenuti. Di fatto il Commissione la manovra passa grazie ai voti di Ncd ed è la prima prova dell’accordo politico raggiunto.

La manovra reperisce 22 milioni di euro per i forestali, 9 milioni per gli ex Pip, 4 milioni e 460 mila per la Servizi ausiliari Sicilia, 4 milioni d ciascuno per i cantieri di servizio e i teatri siciliani (poco meno per i teatri), 2 milioni per i consorzi di bonifica, quasi altrettanti (1 milione e 900 mila euro) per l’Ente di sviluppo Agricolo,  700 mila euro alle associazione allevatori, 142 mila associazione ciechi, 200 mila ciechi di Palermo,teatri 3 milioni e 900 mila.

Evitato l’assalto alla diligenza ma non senza malumori ora è probabile che lo si ripresenti in aula dove la manovra dovrebbe arrivare oggi

“L’assestamento di bilancio non diventi la solita diligenza da assaltare – chiede ilapogruppo di Forza Italoia Marco Falcone –. Se la manovra non sarà varata in tempi rapidi non solo si impedirà lo svolgimento delle giornate lavorative previste per i forestali, ma si rischierà anche di creare ulteriori buchi di bilancio. Basta dunque con il vituperato mercato delle vacche, capiamo che Pd, Udc, ed ora anche Ncd, hanno molto da chiedere, ma si operi perché il bene comune prevalga finalmente su quello dei partiti”.

Fuori lavoratori e sindacati chiedono un atto di indirizzo per mandare subito al lavoro i forestali che devono completare le giornate per il 2015 . Vorrebbero che ciò avvenisse anche senza risorse deliberate in modo da evitare che il tempo che si perde impedisca, poi, di farli lavorare tutti entro la fine dell’anno. Una manovra che sarebbe,però, rischiosa perché se le risorse non dovessero arrivare  ci sarebbero profili di danno.

In questo clima da ordinario scontro di bilancio ieri l’Ars non si è riunita affatto. Il presidente di turno ha solo preso atto della situazione e rinviato tutto ad oggi. Ma l’ordine del giorno resta quello di ieri  solo spostato di 24 ore. Ci sono leggi importanti al voto come quella sui bacini di carenaggio che attendono il via libera dalla regione per un complesso salvataggio dei Cantieri Navali poi si prevede la discussione del disegno di legge sulle biobanche e si spera di incardinare l’assestamento di bilancio che dovrebbe uscire dalla Commissione.

All’ordine del giorno restano iscritte tutte le altre previsioni di discussione. Nell’ordine commissione di inchiesta regionale sul ciclo dei rifiuti, norma voto sull’immigrazione e poi mozione Monterosso con a seguire altre proposte di norme che vanno fino all’accorpamento dell’ospedale Piemonte di Messina all’Ircss Beniamo Pulejo.