Tra i servizi offerti da facebook, il più famoso social network, anche quello di ricordare ogni giorno i compleanni. Ed è così che ieri, la comunità virtuale, ha ‘festeggiato’ l’86esimo compleanno del boss mafioso Totò Riina.

Tra lo sbigottimento degli internauti, sulla pagina facebook “Totò Riina la storia 2”, chiusa poi nel pomeriggio proprio a causa del clamore mediatico suscitato, non sono stati pochi coloro che hanno deciso di fare gli auguri al padrino con messaggi di stima e di affetto.

Sulla pagina, che contava oltre 17.300 mi piace, il “capo dei capi” è stato inneggiato nei modi più disparati.
Ecco alcuni dei messaggi comparsi: ” Auguri e lunga vita a zù totó. Tu e binnu avreste sistemato parecchie cose oltre all Isis. Salutammo”. E ancora: “Auguri 100 anni e a presto in libertà zu toto”; ” zio toto…baciamo le mani”; “Tanti auguri zio Totò… speriamo la tua libertà…”; “Tanti auguri zu totó ..uno 10 100 1000 di lei cene vorrebbero..”, “Auguri zio ti farei presidente della repubblica.!!!”.

L’amministratore del gruppo, aveva anche pensato di aggiornare la foto profilo con la carta d’identità del boss con le sue generalità. Un’immagine che in pochi minuti aveva ottenuto 710 mi piace e 324 condivisioni.

Non sono mancati per fortuna, ed è proprio il caso di dirlo, i messaggi di sdegno e disappunto.

“Per me – si leggeva ancora sulla pagina – sei come la televisione. Io ti guardo e guardando la vita tua, mi ricordo che ho fatto bene a scegliere la vita mia”. E poi; “Voglio vedere se avesse ammazzato dei vostri familiari se gli fareste ancora gli auguri teste di cazzo”: “”Auguri di che? Sto **** ci deve marcire in carcere!”.

Ma c’era stato anche chi offriva una spiegazione per gli auguri. “Tanti auguri. E ci Tengo a spiegare meglio criminale come tè che politico corrotto! Tanti auguri zio Totò quannu rici tu assistemi sti curnuti ri politici…”.

Una vicenda che sicuramente lascia tanta amarezza. Forse i siciliani che hanno fatto gli auguri a Riina hanno dimenticato che quest’uomo ha tentato di distruggere il futuro della loro Terra.