Esprime il proprio profondo cordoglio alla famiglia dell’uomo morto a seguito dell’aggressione di un cinghiale a Cefalù, annuncia provvedimenti d’urgenza e chiede modifiche di legge tempestive l’assessore regionale dell’Agricoltura Rosaria Barresi.

“L’aumento indiscriminato delle specie animali selvatiche o inselvatichite è problema che l’assessorato regionale dell’Agricoltura – dichiara l’assessore Barresi – non ha mai sottovalutato, rappresentando anche alla Commissione attività produttive dell’Assemblea regionale siciliana la necessità di adoperarsi affinché venga esaminato nel più breve tempo il disegno di legge di modifica della legge regionale n. 33/97 che regolamenta la materia”.

“Con l’attuale legge – continua l’assessore Barresi – la Regione è nella impossibilità di attivare un qualsiasi strumento limitativo e di contrasto, fatta salva la possibilità di definire il calendario venatorio. La grave circostanza appena accaduta sarà ulteriore stimolo per sollecitare il parlamento regionale ad una immediata e urgente modifica della norma”.

“In presenza di fatti gravi che minaccino la pubblica incolumità – dichiara l’assessore Barresi – solo i sindaci e i prefetti hanno il potere di emanare ordinanze. Come assessore dell’Agricoltura mi impegno – conclude l’assessore Barresi a mettere a disposizione il Dipartimento delle Risorse Rurali con gli agenti della forestale a collaborare con ogni risorsa possibile negli interventi di controllo del territorio”.