domenica - 15 dicembre 2019

 

Sul voto pesa la tragedia dei 25 migranti soffocati a bordo di un barcone

Irregolari fino a 18 mesi nei Cie,
decreto oggi al Senato

L’aula della Camera ha già approvato il decreto legge in materia di immigrazione relativo ai rimpatri dei cittadini irregolari. Il decreto è passato con 273 sì e 257 contrari. Il testo, tra l’altro, prevede l’espulsione immediata degli immigrati irregolari considerati pericolosi e allunga la permanenza nei Cie da 6 a 18 mesi. Hanno votato a favore Pdl e Lega, contro Pd, Idv, Terzo Polo, Mpa. Il decreto sui rimpatri è ritenuto disumano dalle opposizioni.

0 condivisioni

Sala d'Ercole si riunisce alle 16

Bilancio della Regione, tutto rinviato
a settembre

L’Ars ha quasi fretta di partire per le vacanze, tutto quindi verrà rinviato a dopo le ferie. Oggi la Commissione all’Ars ha comunque varato il rendiconto e l’assestamento. Intanto, i due documenti – che attestano le reali spese ed entrate del bilancio regionale, da cui si registra un maggiore avanzo sui fondi non vincolati pari a 553.749.000 euro – sono una sorta di anticipazione del canovaccio su cui si lavora.

0 condivisioni

Iniziativa di Muovi Palermo

Palermo è sporca? I cittadini
la ripuliscono

“Palermo come Napoli, la Città e la costa le ripuliamo noi!”. Lo slogan pubblicizza una iniziativa dedicata ad uno dei settori più delicati del sistema città: l’igiene ambientale e la conseguente vivibilità degli spazi comuni. Primo appuntamento, il 3 agosto davanti al circolo Lauria a Palermo.

0 condivisioni

Intervista con il neo presidente dell'Anci Sicilia

Scala: “Manovra finanziaria
a trazione nordista”

A monopolizzare i suoi primi giorni da presidente, la richiesta di un incontro con il presidente della Regione per ‘conoscere l’agenda politica relativa agli enti locali’. Tra i progetti a medio termine, invece, ci sono la definizione della Carta delle autonomie locali e il Consiglio delle Autonomie. “La Sicilia è stata spesso all’avanguardia, spero che sia la prima regione a dotarsi della Carta”.

0 condivisioni

Sala d'Ercole rimanda ancora

Riforma delle Asi?
E’ paralizzata dai numeri

Di fatto, in Aula oggi si è riscontrato un atteggiamento contrario alla riforma. Da un anno se ne parla, ma ad un passo dalla concretizzazione, invece di procedere speditamente, il Parlamento non pensa al tessuto imprenditoriale e produttivo della Sicilia e fa mancare il numero legale.

0 condivisioni

Le due delegazioni a confronto a Palazzo d'Orleans

La Sicilia consolida
il legame con i russi

“Con Uljanovsk, la regione forse più industrializzata della Russia, abbiamo un rapporto di gemellaggio dal 2005 – ha detto il governatore siciliano nella conferenza stampa congiunta con il governatore della regione Serghej Morosov -, dovrà servire per consolidare i rapporti economici tra questi due Paesi. Sono contento che stamattina si sono stipulati già due contratti interaziendali di collaborazione con questa regione, con prodotti di alto livello, dall’aeronautica all’automobilistica”.

0 condivisioni

Il presidente a ruota libera con i giornalisti

Lombardo: “Terzo Polo?
Intesa stabile col Pd”

Il giorno dopo la cena con i deputati regionali dell’Udc, Lombardo ‘spinge’ sulla tenuta della sua maggioranza. Ma il presidente ricorda anche che “bisogna far emergere una volontà comune”.

0 condivisioni

La manifestazione di Giovane Italia e del Forum XIX Luglio

Palermo illuminata
dalle fiaccole di Borsellino

Una marea umana che, ancora una volta, ha voluto ricordare i suoi morti in silenzio, dimostrando ancora una volta che non è vero che i siciliani dimenticano.

0 condivisioni

La polemica

Anche i sindaci litigano
a colpi di statuti e denunce

Il sindaco di Siracusa, Roberto Visentin, ha chiesto formalmente di non celebrare il congresso dell’associazione previsto per il 23 luglio. Con una nota inviata al presidente, Diego Cammarata, al segretario, Andrea Piraino, e, per conoscenza, al presidente dell’Anci nazionale facente funzioni, Osvaldo Napoli, Visentin ricorda che “non è ancora definita la controversia giudiziale sui risultati dell’assemblea tenutasi a Caltanissetta nel mese di ottobre 2009 circa l’elezione del presidente e degli organismi statutari”. Intanto, il Pd lancia il proprio candidato e Vittorio Sgarbi si dichiara ‘lusingato’ dalla possibilità di una candidatura alla carica.

0 condivisioni

Via al terzo esodo del mese

10 milioni in fuga dalle città:
weekend da ‘bollino nero’

L’attenzione sarà alta domenica, quando è previsto il controesodo. A vigilare sulle partenze sui quasi 25 mila chilometri di rete stradale e autostradale di competenza Anas le forze dell’ordine, come ogni anno.

0 condivisioni

Decisione di grande importanza politica

Quote rosa, il Tar azzera
la giunta di Roma

Il Tar del Lazio ha quindi affermato che la giunta di Roma Capitale non rispettando la rappresentanza di genere contenute nell’articolo 5 dello statuto comunale è annullata. Su undici assessori uno solo è donna, l’assessore alle Politiche sociali Sveva Belviso. Il sindaco Gianni Alemanno ha risposto subito nominando Rosella Sensi l’ex presidente della As Roma – assessore alla Promozione olimpica, all’Immagine della città e ai Grandi eventi.

0 condivisioni

La Cia interviene sui dati diffusi dall'Istat

Povertà, due famiglie su cinque
costrette a cambiare menu

Sul fronte dei “tagli” – come rileva un’indagine della Cia condotta a livello territoriale – gli italiani certo non rinunciano solo al superfluo, anzi: nel 2010 il 41,4 per cento delle famiglie ha ridotto gli acquisti di frutta e di verdura, il 37 per cento quelli di pane e pasta, il 38,5 per cento quelli di carne (soprattutto bovina) e pesce.

0 condivisioni

I base alle rilevazioni dell'Istituto di statistica oltre tre milioni di italiani vivono nella povertà "assoluta"

Istat, povero un italiano su cinque

Ma cosa vuol dire ‘relativamente povero? Cosa, “povero in termini assoluti”? Vuol dire, fondamentalmente che un nucleo familiare di due persone vive con meno di mille euro al mese, che alcuni nuclei non possono che rimanere rintanati a casa dove sono costretti pure a limitare il cibo perchè non hanno neppure quei ‘quasi mille euro’. E questi dati fanno a pugni con la manovra economica priva di garanzie sociali che il Governo si appresta a varare accentuando il divario tra classi sociali, ovvero tra ricchi e poveri.

0 condivisioni

L'approvazione attesa per il tardo pomeriggio

Manovra, ultime battute
per l’approvazione: ecco cosa cambia

In un contesto difficile e fragile, dopo due giorni difficili sui mercati, e l’intervento del Capo dello Stato che ha imposto di fare una manovra correttiva in tempi immediati per dare stabilità al Paese e la tenuta del debito pubblico, ci avviamo dunque a grandi sacrifici. Il contenuto di questa Manovra è ritenuto comunque inadeguato da molti analisti e anche da parte delle opposizioni. La Camera vota sì alla fiducia.

0 condivisioni

L'iniziativa è dell'assessore alla Cultura di Palermo Giampiero Cannella

Una targa in ricordo dell’ultimo
intervento pubblico di Borsellino

La lapide verrà collocata nell’atrio della biblioteca comunale del capoluogo martedì 19 luglio alle ore 17.30. Oltre ai rappresentanti dell’amministrazione comunale, alla cerimonia presenzieranno il ministro della gioventù Giorgia Meloni e i componenti della Commissione Cultura del Parlamento Europeo.

0 condivisioni

Presentate le iniziative di Forum XIX Luglio per ricordare via D'Amelio

19 luglio, Meloni e Alemanno
alla Fiaccolata per Paolo

Oggi conferenza stampa a Palazzo delle Aquile nella sala Rostagno. Quest’anno la fiaccolata sarà preceduta da partire dalle 9,30 al CSC di Palermo da una giornata di studi dal titolo “Paolo Borsellino, un eroe nazionale – Cultura della legalità e politiche giovanili”, curata dalla Fondazione Buttitta, in collaborazione con la Fondazione Tricoli e il Centro sperimentale di cinematografia, durante la quale verrà conferito il premio “Paolo Giaccone” alla figlia di Paolo Borsellino, Lucia.

0 condivisioni

Il programma del ricordo della strage di Via d'Amelio

17-18-19 luglio 2011:
le Agende Rosse a Palermo

“Quest’anno – dicono dal Movimento, che ha pensato ad una tre giorni – non permetteremo ad alcun avvoltoio di avvicinarsi al luogo della strage. Non vogliamo corone di Stato per una strage di Stato. Vorremmo che al centro di questa giornata fossero i familiari dei ragazzi morti insieme a Paolo, che Paolo hanno difeso fino all’ultimo con il loro stesso corpo e che, come Paolo, sono stati fatti a pezzi”.

0 condivisioni

Mafia

Caso Romano, il ministro
chiede l’audizione all’Antimafia

“Se hai le tue ragioni ma nessuno è disposto ad ascoltarle, difficilmente verranno riconosciute”, scrive il ministro delle Politiche agricole al presidente della Commissione nazionale antimafia. Sempre più accese le reazioni.

0 condivisioni

Caso Milly Giaccone

Comitato Paolo Giaccone: “La battaglia continua”

“Abbiamo seguito fin dal primo momento con estrema cura ed attenzione – dice Salvatore Di Rosa, direttore generale dell’Azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello – il caso della dottoressa Giaccone che finalmente potrà tornare a lavorare in Azienda. Siamo contenti di riaccoglierla tra noi”. E il Comitato spontaneo Paolo Giaccone annuncia: “Non ci fermeremo finchè non venga fatta giustizia e alla dottoressa non vengano riconosciuti i suoi diritti”.

0 condivisioni

L'azienda ospedaliera Villa Sofia di Palermo ha deliberato

Sarà riassunta Milly Giaccone
Il padre fu ucciso dalla mafia

Proprio stamattina il parlamentare regionale Salvino Caputo ha risollevato il caso: “Il padre è morto ucciso da Cosa nostra per essersi rifiutato di alterare il contenuto di una perizia determinando la condanna di esponenti mafiosi e pericolosi killer e affermando un principio ferreo di legalità, l’Universita di Palermo dedica alla memoria il Policlinico di Palermo e lo Stato per una rigorosa e incomprensibile interpretazione di legge lascia la figlia Milly Giaccone senza lavoro e senza pensione, costretta per sopravvivere a chiedere aiuto economico ad alcuni amici di famiglia”. E domani UnoMattina Estate ospita Milly e la sua vicenda.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.