Via d'Amelio vista da il Sud di luglio

Vent’anni di veleni, errori e speranze

il 19 luglio del 1992 saltava in aria Paolo Borsellino: ancora non si è fatta luce sulla strage ma periodicamente emergono elementi inediti come la cena del giudice col senatore Vizzini ora all’esame dei magistrati per quello che disse in quella occasione. Una esclusiva de il Sud.

0 condivisioni

Il 16 luglio '92 Borsellino parlò con Carlo Vizzini

L’ultima cena (a Roma)

Vent’anni dopo. Un inedito appuntamento svela dei particolari sul clima che uccise il giudice. Il 16 luglio 1992 Borsellino confidò a Vizzini alcuni aspetti decisivi sul sistema degli appalti pubblici.

0 condivisioni

Si parla di Imposte ne il Sud di luglio

L’Imu che c’è
(ma forse no)

Prima della scadenza di dicembre è attesa la sentenza della Corte Costituzionale sull’imposizione non concordata con la Regione. Dichiarata inapplicabile la vecchia formulazione della tassa nell’Isola. La nuova ha lo stesso “vizio d’origine”. La contraddizione della imposta fissata anche per la Sicilia nel numero in edicola de il Sud di luglio.

0 condivisioni

In Sicilia si conclude il passaggio al digitale

Tv, domani si chiude l’era dell’analogico

Con lo spegnimento degli ultimi ripetitori di monte Pellegrino che per anni hanno irradiato televisivo il segnale su Palermo, e parte della provincia di Messina, si conclude in Italia il graduale passaggio al digitale terrestre avviato in Sardegna nell’ottobre del 2008.

0 condivisioni

In campo con le 'male bestie'

Uno Sturzo torna in politica
e vuole palazzo d’Orleans

C’è un nuovo candidato alla presidenza della Regione siciliana, ed ha un cognome che rievoca l’autore di un appello “ai liberi e forti” che rivoluzionò l’Italia. Si tratta di Gaspare Sturzo, 50 anni, pro nipote di don Luigi Sturzo, fondatore del partito popolare. Della sua candidatura si occupa il mensile il Sud nel giornale in edicola dal 6 luglio.

0 condivisioni

Da 'Il Sud' di luglio 2011

La selva dei forestali

La superficie boschiva in Sicilia diminuisce ma aumentano le giornate lavorative per i 28 mila operai. Merito di una politica attenta all’occupazione a discapito della redditività. In Calabria, invece, gli incendi aumentano e le guardie vanno in pensione

0 condivisioni

Ingroia:"Se non ci saranno richieste degli indagati"

Trattativa, entro un mese
le richieste di rinvio a giudizio

Per l’ex presidente della Camera, Luciano Violante “Di Pietro, Grillo, Travaglio e parte del suo giornale sono un unico blocco politico-mediatico che gioca con il disagio popolare. Sulla eventuale trattativa stato-mafia si deve indagare, ma alcune utilizzazioni delle indagini giudiziarie sono inquietanti, penso al tentativo di aggredire il Quirinale”

0 condivisioni

Il senatore era intercettato già a fine 2011

Tiro Mancino al telefono
della Presidenza

Chi era indagato il 22 dicembre dello scorso anno? Quale utenza era sotto controllo? Perché il senatore Nicola Mancino, il 24 febbraio scorso, depose al processo Mori-Obinu senza l’assistenza di un difensore? Adesso è indagato per il reato di falsa testimonianza

0 condivisioni

ne bis in idem

Assoluzione per Cuffaro,
nessun concorso esterno

I giudici della Corte d’appello di Palermo, dopo tre ore di Camera di consiglio, hanno assolto l’ex Presidente della Regione siciliana Salvatore Cuffaro, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa, confermando cosi’ la sentenza di primo grado. Il pg Luigi Patronaggio aveva chiesto una condanna a 13 anni dopo l’assoluzione di primo grado.

0 condivisioni

l'eurodeputato a blogsicilia

Crocetta: “Se c’era Grasso
lo sostenevo, ma corro io”

“Inutile che qualcuno si attribuisca la mia candidatura. Io discuto con tutti, ma la mia candidature è frutto di una richiesta della società civile. Se i partiti si vogliono confrontare lo facciano ma non mi attribuiscano ‘padrini politici’ perché non ne ho e non ne ho mai avuti. Si rispettino i cittadini e la mia autonomia di pensiero che nessuno può mettere in discussione”.

0 condivisioni

da 'il Sud'

Lo Stupor Mundi continua a stupire

Padre della lingua siciliana, fondatore dell’Università di Napoli, oppositore del Papato e infie “sconfitto”da Innocenzo IV che a Lione dichiara la decadenza dall’impero romano. La figura dell’imperatore che fece della Sicilia la sua culla politica e culturale nel libro di Francesco Renda

0 condivisioni

Arriverà dalla lotta all'evasione fiscale

Un miliardo di euro alla Regione
1/3 finirà ai Comuni

Sottoscritto un protocollo fra Regione, Anci e Agenzia delle Entrate. Prevede la costituzione di un gruppo di lavoro che avrà il compito di indirizzare i comuni verso le procedure migliori di accertamento e di verifica dei tributi nonché si assicurare la formazione curata dal personale dell’Agenzia delle entrate e dell’Anci. I firmatari, inoltre, elaboreranno delle linee guida di supporto alla attuazione delle finalità dell’accordo.

0 condivisioni

Il 'capo' non firma la conclusione delle indagini

Trattativa, c’è baruffa nell’aria
alla Procura di Palermo

Quanto accaduto a Catania per l’inchiesta Iblis, con riferimento in particolare al governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo e al fratello Angelo, non consente, però, di giungere adesso a conclusioni attendibili considerando la ‘variabile’ data dai possibili dissidi fra i magistrati delle Procure.

0 condivisioni

L'annuncio della candidatura in un video su facebook

Rosario Crocetta: “Scendo
in campo per liberare la Sicilia”

“Bisogna bloccare lo stupro di massa che una casta avida perpetua in danno dei siciliani. Scendo in campo per contribuire a liberare la Sicilia dal malaffare e dalle mafia e farla diventare terra di sviluppo”.
Venerdì prossimo in un comizio organizzato a Vittoria, in provincia di Ragusa, Rosario Crocetta presenterà i primi punti del suo programma.

0 condivisioni

L'Assessore Armao: "Contribuire è un dovere"

Imu, si deve pagare
ma si può sperare…

L’indice accusatore di Gaetano Armao è puntato contro i capitali ‘scudati’ rientrati dall’estero e quei circa 200 miliardi non dichiarati. “Di quei 180 miliardi dichiarati – dice – l’80% sono nel nord del Paese, fra Lombardia e Veneto. Non aver tassato quei capitali è stato un modo per favorire chi aveva evaso e portato i capitali all’estero e rappresenta un modo irragionevole di distribuire il peso fiscale. E’ stata fatta una politica contro il Mezzogiorno e si penalizza l’agricoltura”

0 condivisioni

dal mensile il sud di maggio 2012

Sarà bella pure di notte

L’assessore regionale Sebastiano Missineo parla della valorizzazione del sito di Piazza Armerina. Una speciale illuminazione consentirà anche visite a “lume di candela”.

0 condivisioni

Gli intellettuali in campo

Elezioni & appelli
Una vera passione

In principio fu don Luigi Sturzo a lanciare nel gennaio 1919 l’appello “ai liberi e forti”. Adesso, dopo essersi ‘astenuti’ in occasione delle ultime elezioni amministrative in Sicilia, gli intellettuali tornano in campo in vista delle prossime regionali. E lo fanno lanciando un loro appello in cui invitano Claudio Fava a scendere in campo.

0 condivisioni

Incostituzionale la legge Gelmini

Governo ‘bocciato’ a scuola
La Consulta salva lo Statuto

L’art. 19, comma 4, del d.l. n. 98 del 2011, (divenuto legge 111 il 15 luglio 2011) ideato dall’allora ministro dell’istruzione Maria Stella Gelmini, sfuggito pure al controllo degli esperti del Quirinale che non hanno indotto il Capo dello Stato ad esercitare il potere di rinvio alle Camere, è stato “dichiarato costituzionalmente illegittimo per violazione dell’art. 117, terzo comma, Cost., essendo una norma di dettaglio dettata in un ambito di competenza concorrente”.

0 condivisioni

Si attende l'ufficialità

La Sicilia ‘sfugge’ all’Imu

La Corte Costituzionale si è già espressa sulla questione. Adesso si attende la nuova sentenza che potrebbe spazzare via l’imposta voluta dal Governo Monti senza la concertazione con le Regioni a Statuto speciale e Province autonome. La Sicilia, infatti, ha presentato ricorso a febbraio scorso. L’assessore regionale all’Economia, Gaetano Armao, a BlogSicilia: “Oggi non posso dire ai siciliani di non pagare, ma…”

0 condivisioni

"Una vergogna: utilizzato solo 12% dei fondi Ue"

Rosario Crocetta in campo
“Rivolterò la Sicilia”

Per l’europarlamentare “in Sicilia ci vuole un cambiamento radicale come quello che ho già fatto a Gela quando ero sindaco. Le sfide mi piacciono, anche quelle impossibili”. I partiti, secondo Crocetta “devono riprendere questo linguaggio e questo modo di essere. Se poi decidono di rappresentare i gruppi di potere acqua davanti e vento di dietro…”

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui