l'appello di celentano a napolitano

Liberate lo ‘stronzo’ Fabrizio Corona

Celentano ha scritto al presidente della Repubblica per perorare la concessione della grazia a Fabrizio Corona. “E’ un ragazzo che, nel male, ha operato a fin di bene”, ha scritto il Molleggiato. Lo hanno fatto pure Marco Travaglio e Fiorello, tra gli altri.

0 condivisioni

il dato politco dopo il voto aretuseo

Crocetta ‘stecca’ le suppletive
Se Siracusa diventa Caporetto

Due a zero e palla al centro. La metafora del più classico dei risultati calcistici non è sufficiente a spiegare le dimensioni della debacle maturata ieri ai danni del governatore nelle elezioni di Siracusa che rischiano di trasformarsi in una Caporetto politica per Crocetta.

0 condivisioni

pochi giovani nelle (ex) municipalizzate

A Catania è sindrome da Anni ’90:
alle partecipate i manager di allora

Quando Enzo Bianco è stato eletto sindaco, l’anno scorso, al primo turno con una grande affermazione personale, molti catanesi hanno pensato che fosse possibile immaginare un futuro all’altezza della stagione della Primavera, rimasta nella memoria collettiva.

0 condivisioni

incontro Ardizzone - Orlando

La Riforma nelle Due Sicilie
Province, il dibatto divide l’Isola

Il dibattito sulla istituzione dei liberi consorzi comunali e delle città metropolitane si anima a tempo ormai scaduto, con il termine del 28 settembre – entro il quale i comuni coinvolti avrebbero dovuto scegliere se aderire ai primi o restare nelle seconde – alle spalle. Ne hanno discusso il presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando, e il presidente dell’Ars, Giovanni Ardizzone, in un incontro poco pubblicizzato.

0 condivisioni

domani l'italia al voto per le nuove province

Goodbye democrazia, l’Italia vota mentre la Sicilia ‘talìa’

A mettere la firma in calce al fallimento del più importante dei progetti rivoluzionari partoriti dal governatore Crocetta è stato il presidente dell’Anci Sicilia, Leoluca Orlando. E, in effetti, è surreale che la riforma delle Province, annunciata addirittura poche settimane dopo l’elezione dell’ottobre del 2012 come il primo di una lunga serie di atti che

0 condivisioni

il commento

Buon senso e rispetto della legge:
un confine sottile in una città in crisi

Da una parte il diritto alla sopravvivenza, dall'altro la necessità di fare rispettare le leggi; da una parte l’umana comprensione per chi cerca di portare a casa il pane, dall'altra la tutela di chi lavora in regola pagando le tasse, anche quando sono soffocanti.

0 condivisioni

Cosa resta di una tradizione politica

Compagni, avanti il gran partito (?)

Da un lato Raciti, custode dell’ortodossia di partito, dall’altro Crocetta, che non smette di dare picconate al Pd. In mezzo un’eredità storica sul punto di scomparire.

0 condivisioni

il video messaggio "politico" su youtube

Scontro Crocetta-Pd, Musumeci:
“Se fanno sul serio si vada al voto”

Nello Musumeci, capo dell’opposizione all’Ars, affida ad un video messaggio su youtube il suo pensiero e manda a dire al Pd: “se fate sul serio sfiduciate il governatore e torniamo al voto”

0 condivisioni

Contro la 'sorpresa' Perugia primo crocevia stagionale

Catania alla svolta
Pellegrino si gioca tutto

A Perugia il Catania è chiamato a cambiare rotta, contro la formazione sorpresa del campionato , ma chi si gioca davvero tutto è Maurizio Pellegrino.  I novanta minuti al Curi decideranno il suo futuro: una sconfitta vorrebbe dire con certezza l’esonero (Marino in pole, Sannino, Di Carlo e Nicola i nomi più gettonati)

0 condivisioni

la paura di rimanere in settanta

Crocetta, il suo Pd e le elezioni da evitare
Quando la paura fa…settanta

La decisione di rianimare il Megafono, in ordine di tempo, è solo l’ultima delle fibrillazioni che scuotono la maggioranza. Uno schiaffo in faccia al Pd,  che solo pochi mesi fa aveva messo il governatore di fronte ad un aut aut a colpi di diktat di commissioni di garanzia regionali e nazionali.

0 condivisioni

il successo di Ferlito, Costanzo, Spagna e Palumbo

Ad Aci Bonaccorsi concerto-evento
dei Brigantini per il nuovo album

Sotto il palco, il migliaio di spettatori (paganti) a battere le mani dopo aver cantato a squarciagola “O pa’ che bellu u cinema”, immortale successo del maestro Brigantony eseguito nella consueta versione funkie; sopra al palco, i quattro musicisti del gruppo, circondati dalla folla degli ospiti che hanno suonato con loro, componendo un ritratto abbastanza rappresentativo del panorama musicale catanese.

0 condivisioni

parla michele spampinato storico capo tifoseria

Catania, l’orgoglio oltre la crisi

E’ questo il messaggio che si è levato alto, oggi, attraverso i cori del migliaio di tifosi accorsi oggi in piazza Università, sfidando il maltempo del pomeriggio. Per dimostrare che la tifoseria, il nucleo storico, lo zoccolo duro, c’è e farà la sua parte sino in fondo.

0 condivisioni

il nuovo album del cantautore catanese

Con il brano “U Santu”:
la Sicilia secondo Antonio Monforte

Il cantautore catanese Antonio Monforte torna sulle scene con “U Santu”, primo singolo tratto dal nuovo album Fuoco Nero. Otto canzoni in italiano e in dialetto, scritto e arrangiato con Anthony Panebianco, tastierista e fisarmonicista con la preziosa collaborazione di tanti musicisti siciliani.

0 condivisioni

verso le elezioni amministrative 2014

Acireale al voto:
i nomi, le certezze e le strategie

La lotta per la successione a Nino Garozzo, al termine del suo mandato dopo dieci anni, entra nel vivo, anche se i giochi soprattutto a livello politico e di segreterie non sono ancora fatti. I nomi e le strategie in vista del voto nella città dei Cento Campanili.

0 condivisioni

Catania dimentica tutti,
quella favelas a pochi passi dalla ‘city’

Quando eravamo bambini e  al sabato pomeriggio ci dirigevamo verso il centro di Catania,  arrivati al semaforo dell’incrocio tra corso dei Martiri e via Francesco Crispi, volgendo lo sguardo alla nostra destra, verso quelle aree abbandonate, ci chiedevamo cosa ci fosse dentro quei campi, al di là del muro di cinta. “Gli zingari”, la risposta.

0 condivisioni

un tour ricorda l'artista scomparso nel 2001

Tra fantastico e reale,
ad Acicastello rivive Jean Calogero

Il Maniero Normanno di Aci Castello, con il suggestivo sfondo dei Faraglioni e dell’Isola Lachea, ha fatto da splendido scenario alla conferenza stampa di presentazione del “Tour Jean Calogero”, un percorso turistico appositamente studiato al fine di far ulteriormente conoscere le opere dell’illustre artista di origini catanesi.

0 condivisioni

la demolizione del cavalcavia

I catanesi e i dubbi sul ponte Gioeni

Mancano ventiquattro ore al momento X e un caro amico residente vicino al Leonardo da Vinci, ci tiene a dirmi:”Io, per non sbagliare, sto prendendo la macchina e vado a Marzamemi. Quando torno si vede”.

0 condivisioni

ieri il chitarrista a taormina

E il concerto di Mark Knopfler riaccende la Catania che fu

Avevamo pensato di scrivere la cronaca del concerto di Mark Knopfler, ieri protagonista a Taormina, ne è nata invece una riflessione non solo sulla musica degli anni che furono, ma anche della città e dei movimenti di quel periodo straordinario che furono gli anni ’80 e ’90 a Catania.

0 condivisioni

sì alla concessione, ma senza svendere i nostri 'gioielli'

(M)atrimonio dell’Unesco: è giusto concedere i Benedettini ai privati?

Molte polemiche dopo la concessione a privati del monastero dei Benedettini a privati per celebrare cerimonie nuziali. E’ giusto o sbagliato?

0 condivisioni

la formazione della giunta catanese

Se Catania chiede
ad Enzo di fare ‘il Bianco’

La composizione della giunta di Catania al centro del dibattito politico etneo. Le dinamiche, il pressing dei partiti che hanno sostenuto  Enzo Bianco e la necessità del sindaco di ripercorrere un passato da solista.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.
Leggi le ultime notizie di blogsicilia.it qui