mercoledì - 19 febbraio 2020

 

il ricordo dei tempi ridenti della conca d'oro

Acqua dei Corsari invasa dai rifiuti
Appello a Crocetta e Orlando

Ho vissuto l’infanzia in uno dei più bei siti del pianeta. La gioia dei primi passi, l’emozione delle prime bracciate nel mare limpido e azzurro della mia Acqua dei Corsari: divina visione e anche se le alghe verdi e luccicanti erano il corollario di un affresco paesaggio. Un quadro non dipinto dalla mano dell’uomo, ma dall’anima della gente che popolava la Borgata. GUARDA LE FOTO

0 condivisioni

Un pomeriggio d’estate

Un temporale estivo manda in tilt i programmi di noi vacanzieri: niente tintarella, niente mare. L’alternativa è lo shopping, ovvero l’assalto all’arma bianca degli ipermercati.

0 condivisioni

Dalla Chiesa lasciato solo da uno Stato “distratto”

Ieri sono stato silente. Ho deciso di non “commemorare ” quel maledetto 3 settembre di 28 anni fa. Eppure, la ferita che mi procurò quel giorno sembra di ieri.

0 condivisioni

Ninni Cassarà e gli altri, furono miei amici

L’amicizia alla pari dell’amore è un sentimento che occorre alimentare ogni giorno con azioni concrete per rinsaldare il vincolo che permette agli esseri umani di rapportarsi, confrontarsi e rispettarsi.

0 condivisioni

La “coerenza” del senatore Marcello Dell’Utri

Premetto che non sono né simpatizzante né in linea col partito espresso dall’On. Gianfranco Fini, altresì affermo che l’ho conosciuto e frequentato per motivi di lavoro.

0 condivisioni

L’ultimo incontro con Paolo Borsellino

Diciotto anni fa, venerdì 17 luglio, esattamente alla stessa ora in cui sto postando non uomo ma l’Uomo Paolo Borsellino.

0 condivisioni

Marcello Dell’Utri, “Chistu è ‘a stissa cosa”

A volte mi stropiccio gli occhi per avere contezza di essere desto o di stare sognando: mi accorgo, anche con una vena malinconica, che invece sono perfettamente sveglio e lucidissimo.

0 condivisioni

Ad Umberto Bossi: “Un ministro dovrebbe parlare da ministro”

“Ci sono grosso modo 10 milioni di persone disposte a battersi per la Padania, vuol dire che la Padania esiste. Non c’è uno Stato padano, ma la Padania esiste”.

0 condivisioni

Possiamo fidarci di Facebook?

Da pochi mesi, invitato a furor di amici, mi sono convinto ad entrare nel più noto dei social network, ossia Facebook; devo confessare con franchezza che è uno strumento davvero geniale e soprattutto necessario per le comunicazioni senza confini.

0 condivisioni

Scoperto l’inganno, fatta la legge

A chi non è mai capitato di pronunciare la locuzione: “fatta la legge scoperto l’inganno”?

0 condivisioni

Chi ha paura di Gaspare Spatuzza?

Nei mesi precedenti avevo previsto che, sulla scorta di alcuni segnali editi da questo Governo, la lotta alle organizzazioni mafiose stava subendo un cambiamento di rotta: i vari post pubblicati su queste pagine testimoniano i mie timori.

0 condivisioni

Il silenzio dei disonesti

Nel nostro Paese, da diverso tempo ormai, è in scena uno spettacolo desolante che avvilisce, che stanca, che sfibra.

0 condivisioni

“Atto sessuale di minore gravità”, un obbrobrio

La mente umana, a volte, partorisce pensieri che di umano non hanno nulla. Eppure, oggi c’è una casta che arroccandosi il privilegio di decidere sulla vita dei minori, sta ponendo in essere una norma la cui obbrobriosità dovrebbe essere percepita dalla mente di una persona.

0 condivisioni

L’amore non ha bisogno di parole

Oggi non vorrei parlare di mafia, di intercettazioni telefoniche, di brutture o di illegalità diffusa, No! Vorrei parlare, se ci riesco, solo d’amore.

0 condivisioni

Stragi del 92/93, le intercettazioni necessarie per scoprire la verità

Finalmente un’assunzione di responsabilità comincia a serpeggiare tra le file del governo. L’aver apportato sostanziali modifiche al testo di legge sulle intercettazioni telefoniche in discussione al Senato, significa che non solo io avevo visto giusto, ma che giuridicamente erano sbagliate.

0 condivisioni

La deriva dell’omofobia

Palermo e Roma accomunate da due episodi ripugnanti, posti in essere da individui la cui colpa è stata quella di essere stati messi al mondo.

0 condivisioni

Mafia – Stato, assetato di verità

Che piaccia o no Massimo Ciancimino ha sollevato un coperchio di una pentola in ebollizione e di cui ancora oggi non siamo in grado di conoscere gli effetti devastanti che di certo ci saranno.

0 condivisioni

Le intercettazioni costano troppo? La Santanché non sa di cosa parla

Il sottosegretario del governo Berlusconi Daniela Santanchè, in un’intervista a Canale 5, afferma che le intercettazioni costano troppo perché gli investigatori intercettano i mafiosi mentre fanno l’amore oppure parlano con le loro mamme.

0 condivisioni

L’inefficacia delle modifiche alla legge sulle intercettazioni

La modifica alla legge sulle intercettazioni è una anomalia tutta italiana. Più volte ho espresso il mio pensiero attraverso BlogSicilia sulla inefficacia delle modifiche che si vogliono apportare alla legge.

0 condivisioni

Un esempio di “buonasanità”

In passato sono stato critico con la mia città: ho evidenziato le “piaghe”, le brutture e l’illegalità diffusa. Il fine era nobile e senza interessi personali, volevo solo scuotere le coscienze dormienti dei palermitani e della classe politica a cui è demandato il compito, a volte arduo, di amministrare una città come Palermo.

0 condivisioni
Digitrend s.r.l.