Nuovo stop della raccolta dei rifiuti a Bagheria. La discarica di Siculiana (Agrigento) chiude i battenti a causa di lavori di adeguamento, “costringendo” gli autocompattatori bagheresi a scaricare presso l’impianto di Mazzarà Sant’Andrea (Messina), Comune distante circa 180 chilometri. Le operazioni di scarico dell’immondizia però sono ferme da domenica per problemi burocratici e avanza lo spettro di una nova emergenza rifiuti a Bagheria.

A lanciare l’allarme è l’ufficio igiene comunale che “non è in grado di comunicare al momento quando riprenderà la raccolta”. A Bagheria ogni giorno vengono prodotte dalle 70 alle 80 tonnellate d’immondizia. Cumuli di rifiuti invadono già le strade. Giorni difficili che potrebbero condurre di nuovo Bagheria nell’emergenza rifiuti.

“Siamo stati lasciati soli, anche dalla Regione – dice il sindaco di Bagheria, Vincenzo Lo Meo –. Sin da quando mi sono insediato il mio primo problema da affrontare quotidianamente è stato quello dell’emergenza rifiuti. Oggi, nonostante tutto il nostro impegno, sembra che non ci sia via di uscita da questa emergenza. Come può Bagheria diventare una città a vocazione turistica se le sue strade sono caratterizzati da maleodoranti cumuli di immondizia? Ogni nostro sforzo sembra che sia vano”.