Verso la soluzione la questione della discarica di Bellolampo che presto sarà pronta ad accogliere i rifiuti dei Comuni che fanno parte delle Srr “Aree Metropolitana” e “Provincia Est-Ovest”. A breve il governatore Crocetta dovrebbe firmare l’ordinanza secondo quanto ha dichiarato l’assessore regionale all’Energia Vania Contraffatto.

L’ordinanza autorizzerà il conferimento dei rifiuti per un altro mese. Ieri e’ arrivato il via libera del dipartimento Acque e rifiuti a seguito della presentazione da parte della Rap del piano operativo di gestione della discarica.

L’ordinanza, che potrebbe anche essere emanata oggi, eviterà ai Comuni di trasportare i rifiuti nelle discariche di Catania e Siculiana cosa che comportava un aumento dei costi considerevole per i comuni della Provincia e di cui si e’ fatto portavoce Leoluca Orlando presidente dell’Anci Sicilia che aveva definito “strumentale” l’atteggiamento della Regione in merito al problema.

Crocetta, dal canto suo, non aveva concesso il conferimento dei rifiuti ai Comuni perche la Rap non aveva presentato il piano di gestione della discarica consegnato solo martedì scorso ma richiesto da tempo.

Ma andiamo ai numeri. Scattando l’ordinanza nella discarica di Bellolampo la quantità di rifiuti aumenterà di oltre 300 tonnellate al giorno alle quali si aggiungono le quasi mille prodotte solo dalla città di Palermo.

Nel piano di gestione consegnato viene stabilita la quantità dei rifiuti che la discarica può contenere e di conseguenza quanto percolato in più da smaltire.

Ciò dovrebbe consentire di gestire questa fase “critica” utilizzando gli impianti esistenti con regole di turnazione allo scopo di minimizzare i disagi.