La Polizia di Stato ha denunciato in stato di libertà un 26enne palermitano per il reato di trasporto di prodotti pirotecnici senza giustificato motivo.

La polizia, durante un posto di blocco effettuato nell’ambito di mirati servizi in tema di sicurezza predisposti dal Questore di Palermo, per l’incontro di calcio Palermo – Juventus, disputato ieri, hanno proceduto, in via A. Cassarà, tra l’altro, al controllo di un’autovettura con a bordo un giovane.

Alla richiesta degli agenti di polizia di aprire il portabagagl
i, il giovane palermitano, cercando di dissimulare un certo nervosismo, ha riferito di avere fretta di recarsi allo stadio per vedere la partita della squadra di calcio del cuore, il Palermo.

I poliziotti, insospettiti dal comportamento del ragazzo, dopo poco, sono riusciti a farsi aprire il cofano della macchina, ed all’interno vi hanno trovato una busta in plastica contenente: n. 3 segnali fumogeno galleggianti; n. 2 fuochi a mano per uso nautico e due bengala a mano per uso nautico.

Alla richiesta di spiegazioni circa il possesso del materiale pirotecnico, il 26enne palermitano avrebbe riferito che i ‘fuochi’ gli sarebbero serviti allo stadio, come coreografia, per festeggiare la nascita del figlio di un sostenitore palermitano, tifoso come lui, durante la partita Palermo-Juventus.
Alla luce di quanto emerso, il giovane è stato denunciato a piede libero per trasporto di prodotti pirotecnici senza giustificato motivo.