E’ il giorno della verità per Silvana Saguto, l’ex presidente della sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo. In realtà è il primo di tanti ‘giorni della verità’ che seguiranno.Oggi tocca al Csm pronunciarsi sulla richiesta di sospensione dalle funzioni di magistrato e dallo stipendio avanzata dal procuratore generale della cassazione e dal Ministro di Grazia e Giustizia.

L’ormai ex presidente della sezione Misure di Prevenzione è indagata per corruzione nell’ambito dell’inchiesta sulla gestione dei beni confiscati. Il magistrato è difesa dall’avvocato, Giulia Bongiorno, ed è stata sentita per oltre tre ore davanti alla Sezione disciplinare del Csm a porte chiuse la scorsa settimana respingendo ogni accusa.

Intanto, in attesa del pronunciamento, nei giorni scorsi il Tribunale di Palermo ha inviato una visita fiscale al giudice Saguto, che risulta in malattia.